Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marcello Sorgi a L'aria che tira: "La patrimoniale? Si fa nel silenzio quando il Paese è in bancarotta"

  • a
  • a
  • a

A rimettere le cose a posto, ci pensa Marcello Sorgi. La firma de La Stampa, ospite a L'aria che tira di Myrta Merlino su La7, dice la sua su uno dei temi più dibattuti degli ultimi giorni: la patrimoniale proposta da Leu e Matteo Orfini del Pd, l'ennesima rapina agli italiani. Sorgi, però, tranquillizza gli italiani. Almeno fino a un certo punto. E spiega: "Non sarà mai approvata. Le patrimoniali non si annunciano ma si fanno quando lo Stato è in bancarotta", rimarca. Insomma, se mai si arrivasse alla patrimoniale - e Giuliano Amato ce lo ha insegnato -, magari si farà nottetempo, e lo si farà solo al punto di non ritorno. Ma quello di Amato, per Sorgi, non è l'unico esempio. "La patrimoniale in Italia è già stata introdotta - riprende -, per esempio l'eurotassa di Romano Prodi fu una patrimoniale e fu anche molto pesante. E non fu mai restituita", conclude Marcello Sorgi.

 

 

Dai blog