Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alfano: "Da ottobre in FI preparano la discesa in campo di Marina"

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

Occhio, arriva Marina. E prima di quanto nel Nuovo Centrodestra sperassero. L'intervista concessa al Corriere della Sera da Marina Berlusconi deve aver non poco preoccupato Angelino Alfano e soci, dipinti dalla Cavaliera come "traditori". Nella speranza di scavallare il 4% alle prossime europee e quindi evitare quel tonfo che significherebbe la fine prematura del partito nato dalla costola di Forza Italia, l'ex delfino del Cav sperava poi di avere tempo in abbondanza per dare più solide basi alla sua creatura, contando sulle difficoltà giudiziarie di Berlusconi e sul caos che a tratti pare regnare tra gli azzurri. E invece, quel "la politica oggi no, ma domani chissà" inserito in una intervista incentrata per il 90% proprio sulla politica ha fatto capire agli alfaniani che di tempo, dopo le europee, con ogni probabilità non ne avranno poi molto. Il contrattacco di Angelino - Oggi, sempre sul Corsera, Alfano parte al contrattacco: "Nell'intervista (a Marina, ndr) non c'è nulla di nuovo, nulla che non sapessi già. E' da ottobre che stanno preparando il discorso per la sua discesa in campo - rivela il leader di Ncd -. La chiusura del Pdl e il ritorno a Forza Italia erano funzionali a questo schema. Ma non c'è nulla che evochi speranza, che sia proiettato verso il futuro", attacca ancora Alfano. Quindi una nuova stilettata al suo padre politico: "Il calo dell'audience nelle trasmissioni tv a cui ha partecipato Silvio Berlusconi, il panico che serpeggia nel gruppo dirigente di Forza Italia, le trame interne di chi pensa di potersi prendere quel partito dopo le europee: tutto ciò - spiega - ha suggerito di accelerare il preannuncio nel tentativo di gestire il futuro di una forza che non ha futuro". Sì, Marina fa già paura. La replica della Cavaliera - "Al di là di alcune fantasiose affermazioni che non mi pare il caso di commentare - è la replica di Marina Berlusconi tramite una nota ufficiale -, nella sua odierna intervista al Corriere della Sera l'onorevole Alfano mi muove soprattutto una contestazione: quella di essere coerente. Caratteristica a cui io attribuisco un valore positivo, e che invece l'onorevole Alfano, anche alla luce delle sue scelte, non sembra tenere in gran conto".

Dai blog