Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, il pazzesco piano per la Casellati: prima al Quirinale, poi a Palazzo Chigi

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

La formula è già stata applicata in passato: in un contesto magmatico e difficile da decifrare, l'incarico esplorativo per formare un governo (e una maggioranza) va al presidente del Senato. E così Elisabetta Casellati, berlusconiana e forzista della prima ora, potrebbe clamorosamente ricevere dal Quirinale il mandato. L'ipotesi è accarezzata da Silvio Berlusconi, che potrebbe ribaltare a proprio vantaggio una situazione di oggettiva difficoltà politica rappresentata proprio, paradossi del Palazzo, dalla elezione della sua esponente alla seconda carica dello Stato. Leggi anche: "Un premier di centrodestra", le mani di Salvini su Palazzo Chigi L'intesa tra Lega e M5s potrebbe regalare al Cav l'occasione della rivincita, con Salvini e Di Maio in lotta per la leadership e il presidente della Repubblica "costretto" ad affidarsi a una personalità terza (su cui è già verificata un'ampia convergenza parlamentare). Lei, la presidente del Senato, come primo discorso all'aula non a caso ha confidato che la sua elezione sia da esempio per la formazione di un esecutivo. Ma il sogno del Cav si spinge un po' più in là: la Casellati a Palazzo Chigi. Fantascienza? Salvini, poche ore fa, ha rivendicato un premier di centrodestra. E la condizione più "praticabile" per il governo, con il Pd all'opposizione, sarebbe un asse con il Movimento 5 Stelle. Proprio quello che ha portato alla nomina della consigliera laica del Csm.

Dai blog