Cerca

Cosa sta per succedere

Matteo Salvini, Casini smaschera il magistrato che indaga il ministro: così apre la campagna elettorale

26 Agosto 2018

19
Matteo Salvini, Casini smaschera il magistrato che indaga il ministro: così apre la campagna elettorale

Un magistrato che indaga sul politico che in Italia gode della maggiore popolarità e consenso è una scena già vista negli ultimi anni. Basterebbe la sola vicenda di Silvio Berlusconi a rievocare tempi che sembravano in qualche modo lontani, con la magistratura in guerra al posto delle opposizioni per abbattere ora questo o quel politico. Lo ricorda uno con la memoria lunga come Pierferdinando Casini che, pur restando tra i banchi del Partito democratico, rivela che cosa scatenerà ora l'indagine aperta dalla procura siciliana: "Il mio giudizio sull'operato del ministro Salvini è chiaro - dice in una nota Casini - ma vorrei fosse a tutti altrettanto chiaro che il Procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, ieri ha dato il via alla campagna elettorale del ministro dell'Interno per le elezioni europee. Questo è capitato e capiterà sempre ogni volta che si confondono i piani tra politica e giustizia". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sdemix777

    31 Agosto 2018 - 22:10

    E ti pareva che non comparisse sul palcoscenico, l'onnipresente pluripoltronato millepiedi (uno in ogni partito) per tentare un'operazione aliena: far parte contemporaneamente di tutti i partiti dell'arco costituzionale e vincere le Olimpiadi del "trasformismo in corso d'opera". E vai!

    Report

    Rispondi

  • sdemix777

    31 Agosto 2018 - 22:10

    E ti pareva che non comparisse sul palcoscenico, l'onnipresente pluripoltronato millepiedi (uno in ogni partito) per tentare un'operazione aliena: far parte contemporaneamente di tutti i partiti dell'arco costituzionale e vincere le Olimpiadi del "trasformismo in corso d'opera". E vai!

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    30 Agosto 2018 - 18:06

    Follini, Casini, Fini, questi i primi traditori del Centrodestra. E questo essere, che non definisco, pena una denuncia di diffamazione, ancora si permette di rompere il cazzo, ai maschietti?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media