Cerca

Il dopo-Camusso

Cgli, Maurizio Landini segretario è la "variabile politica": i "messaggi riservati" dal M5s

24 Gennaio 2019

0
Cgli, con Maurizio Landini segretario il sindacato rosso torna a essere una "variabile politica"

Maurizio Landini è il nuovo segretario della Cgil uscito dal congresso di Bari. E con lui al timone, come scrive Il Fatto Quotidiano, sono attesi grandi cambiamenti nel ruolo che il sindacato avrà nei prossimi anni. A differenza di Susanna Camusso, infatti, Landini è un "interventista", un personaggio pubblico che non disdegna comparire sui giornali e in pubblico. Uno che irrompe nel dibattito sui temi più disparati, costringendo inevitabilmente gli altri, a partire dalla politica, a pronunciarsi.

Lega e M5S dovranno farlo, non potranno permettersi di ignorarlo, perché chi ha costantemente un occhio ai consensi elettorali (soprattutto in un periodo pre-elettorale come questo) sa che tra gli iscritti alla Cgil c'è una cospicua fetta di elettori del M5S e della Lega. Sempre Il Fatto rivela anche che, sebbene il governo non fosse presente a Bari con alcun suo rappresentante, Landini avrebbe già ricevuto messaggi di attenzione dal mondo politico, e in particolare proprio dai 5 Stelle. Messaggi che Il Fatto definisce "riservati", ma che ci sono. chi aveva dato il sindacato fuori dai giochi, dovrà tornare sui suoi passi e considerare nei suoi conti una nuova "variabile politica".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"

Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale
L'aria che tira, Luigi Di Maio travolto da Carlo Calenda: "Show ridicolo, dimissioni immediate"
Eutanasia, i radicali "cercano malati terminali" per lo spot. La rabbia di Pro Vita & Famiglia

media