Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo tecnico dopo le elezioni europee: lo "spettro" ventilato da Sergio Mattarella

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Torna lo "spettro del governo tecnico". Un'ipotesi non così lontana se si immagina uno scenario post-elezioni europee in cui la Lega di Matteo Salvini esplode e il Movimento 5 stelle di Luigi Di Maio implode. Il vicepremier leghista, scrive Augusto Minzolini in un retroscena su il Giornale, punta su una consistente vittoria del Carroccio, addirittura al 36 per cento e su "un drastico ridimensionamento elettorale" dei grillini che i sondaggi danno già a 10 punto sotto le politiche che aprirebbe la strada ad "un governo gialloverde più verde e meno giallo. Un discorso che potrebbe valere per l'ala governativa". Ma è evidente che una sconfitta elettorale per i Cinque stelle, continua Minzolini, "farà insorgere Fico, Di Battista e gli altri. A quel punto - continua a ripetere in Transatlantico il viceministro allo Sviluppo economico Dario Galli - i grillini si spaccheranno. È fatale". Leggi anche: "Di quanto sale ogni giorno". Senza precedenti in politica: la Ghisleri fa godere Salvini In questo scenario "resterebbero in piedi solo due ipotesi: le elezioni; o una maggioranza che metta insieme il centrodestra con i grillini contrari al voto, che piace poco, davvero poco, al leader leghista". Ma, occhio, il leghista Luca Paolini dice: "Le elezioni troveranno Sergio Mattarella contrario. A quel punto o Matteo scende in campo in prima persona per Palazzo Chigi mettendo insieme il centrodestra e i grillini che non vogliono le elezioni; o tornerà fuori lo spettro del governo tecnico". Una prospettiva, conclude Minzolini, "avvalorata da un altro esponente leghista di peso" che dice: "Se il capo dello Stato sbarrerà la strada per le elezioni, toccherà a Matteo. O, magari, se non volesse tornare insieme al vecchio centrodestra con il Cav, potrebbe andare a Bruxelles, alla Commissione, fare la sua battaglia in Europa e poi guidare un centrodestra di marchio leghista alle prossime politiche".  

Dai blog