Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, ottimismo in vista del voto: "Sia benedetto l'elemosiniere. Più ci attaccano, più vinciamo"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

L'elemosiniere "sia benedetto". Nel momento in cui la Lega segnava un calo nei sondaggi ci ha pensato il cardinale che ha riattaccato la luce agli immigrati a dare involontariamente una mano a Matteo Salvini per recuperare qualche punto. Il Carroccio, nelle ultime rilevazione prima del black-out elettorale segnava una flessione consistente, addirittura sotto il 30 per cento, riporta La Stampa in un retroscena.  Ma ora nella Lega si respira un'aria più leggera come se qualche sondaggio - in questo momento è vietato solo diffonderli - avesse rilevato un paio di punti in più, forse anche tre. Tutto appunto grazie al cardinale che ha riacceso i riflettori sulla questione immigrati distogliendola da Armando Siri e dal dramma della camorra con il gravissimo ferimento a Napoli della piccola Noemi.  Leggi anche: I dati "trafugati" da Minzolini alla "maga Ghisleri": odor di sondaggio, perché Salvini torna a godere Un altro merito dell'aumento del consenso va alla sindaca Virginia Raggi che ha dato una casa popolare alla famiglia rom scatenando l'ira di tutti nello stesso giorno in cui Luigi Di Maio aveva segnato la vittoria sul caso Siri. E poi ci sono i selfie-trappola con Salvini, gli striscioni ostili nelle piazze. Sempre quell'uno contro tutti  che è garanzia di trionfo, come fu per Silvio Berlusconi. Insomma, più lo attaccano più Salvini cresce.  

Dai blog