Cerca

embargo elettorale

Sondaggi riservati, una voce a Marco Travaglio: perché Matteo Salvini è preoccupato

21 Maggio 2019

1
Sondaggi riservati, una voce a Marco Travaglio: perché Matteo Salvini è preoccupato

Matteo Salvini, in questi giorni di tensione con gli alleati di governo e di colpi bassi, pare comunque volerci andar piano, vuole essere più prudente. I sondaggi riservati che circolano in queste ore, scrive il Fatto quotidiano di Marco Travaglio, sono meno positivi di quanto non fossero fino a poche settimane fa. Tanto che la distanza tra i due partiti si sarebbe ridotta. Tanto che persino l'atteggiamento del leader della Lega è cambiato.

"Nel 2014 eravamo al 6 per cento, l'anno scorso al 17 per cento. Avremo vinto se prenderemo dal 20 per cento in su", ripete ora il leader della Lega tenendo quindi molto bassa l'asticella del consenso. Insiste il ministro dell'Interno con un post pubblicato sul suo profilo Facebook: "L'anno scorso eravamo al 17 per cento, vi sarò grato per ogni punto che prenderemo in più".

Le ultime rilevazioni pubblicate prima dell'embargo elettorale, da quelle di Alessandra Ghisleri a quelle di Nando Pagnoncelli,  davano tutte il Carroccio di Salvini oltre il 30 per cento. Ma qualcosa potrebbe essere cambiato adesso.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giopul1953

    21 Maggio 2019 - 15:03

    Salvini ha ultimamente sbagliato a difendere Siri oltre ad ogni ragionevole speranza di vittoria, a rivendicare di portare il deficit al 140% ed il rapporto debito/pil oltre il 3%, a scatenarsi contro gli striscioni che lo prendevano di mira rinvigorendone l’efficacia, a parlare di magistratura ad orologeria che ricorda tanto quello che diceva Berlusconi.

    Report

    Rispondi

media