Cerca

Umiliazione pubblica

Alessandro Di Battista massacrato su Facebook da Luigi Di Maio: "Ora basta, chi pubblica libri..."

23 Giugno 2019

0
Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista

Adesso la guerra diventa pubblica, arriva addirittura su Facebook: anche Luigi Di Maio delle follie e degli insulti di Alessandro Di Battista non ne può più. E pur senza citare il collega-urlatore professionista direttamente, gli dedica parole durissime: "Non mi interessa se in buona fede o in mala fede, ma se qualcuno in questa fase destabilizza il MoVimento con dichiarazioni, eventi, libri, destabilizza anche la capacità del Movimento di orientare le scelte di Governo". Insomma, Di Maio parla proprio di libri, e Dibba ha appena pubblicato un libercolo dal titolo Polticamente scorretto in cui dice peste e corna del Movimento e di Di Maio. Insomma, il capo politico M5s archivia definitivamente l'insultatore professionista di Roma nord. E ancora, Di Maio aggiunge: "Qui stiamo lavorando per il Paese, e questo non lo posso permettere. Abbiamo tutti una grande responsabilità. Sentiamola", conclude.

Di seguito, il post di Luigi Di Maio su Facebook:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Alfonso Bonafede, goffo tentativo di depistaggio: "Una gara tra me e Matteo Renzi?"

Grande Fratello Vip, Elisa De Panicis e "la scossa". Confessione per Libero: "Ho voglia di innamorarmi"
Morgan, l'imitazione di Luciana Littizzetto a Che Tempo Che Fa: "Tu sei un mezzo pirla, senza chiappe e panza"
Open Arms, Matteo Salvini deposita la memoria difensiva in Senato: "Un attacco preventivo all'Italia"

media