Cerca

rivelazioni

Paragone sul M5s: "Non avevano capito che il loro voto sulla Von der Leyen potesse essere determinante"

17 Luglio 2019

1
Paragone sul M5s: "Non avevano capito che il loro voto sulla Von der Leyen potesse essere determinante"

Il giornalista grillino Gianluigi Paragone smonta il Movimento 5 Stelle: "Credo che il Movimento 5 Stelle non avesse capito che il suo voto potesse essere determinante. Perché se io so di essere determinante vado a incassare e vado a chiedere all'Ue quello per cui non mi piace il suo profilo, quello della Rottermeier, Ursula Von der Leyen. Ad esempio: se faccio una manovra a 2,8 me la accetti?.

L'Unione Europea mi deve essere utile, se no se deve essere utile solo ad alcuni ambienti, allora non la voglio. Ad oggi queste condizioni non ci sono". Il senatore commenta così, su Stasera Italia, le nomine europee che hanno visto contrapporsi gli alleati Luigi Di Maio e Matteo Salvini

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    18 Luglio 2019 - 16:04

    Paragone non è sincero. Sa benissimo che i voti a Sassoli a alla Von der Leyen sono la premessa per l'ennesimo colpo di Stato nella nostra povera Italia con l'esiziale pateracchio PD/5Stelle.

    Report

    Rispondi

Silvio Berlusconi festeggia il centrodestra: "Viva questo vecchietto che ce la mette ancora tutta”

Matteo Salvini sulla manifestazione a Roma: "CasaPound? Piazza aperta a tutti, ma..."
Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"
Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale

media