Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, al via la campagna acquisti: Italia viva punta anche ai leghisti

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

"Un sasso, poi un altro...Finché non verrà giù la montagna". Questa la strategia di Matteo Renzi raccontata dai fedelissimi e temuta dal Pd. La lista di chi segue l'ex premier è destinata ad allungarsi: dopo le prime 41 adesioni, anche una senatrice di Forza Italia, Donatella Conzatti, lascia Berlusconi e si lancia nell'incognita di Italia viva (il nuovo partito dell'ex rottamatore fiorentino). "Sta chiamando tutti, uno per uno", dice il tam tam che rimbalza fra Montecitorio e Palazzo Madama. Le telefonate - rivela Il Corriere - giungono anche ai più impensabili, i colleghi dell'altro Matteo, Salvini. Leggi anche: Renzi, il primo sondaggio di Youtrend: ecco quanto vale "Dovete chiedere ai parlamentari siciliani - suggerisce sottovoce un senatore -. A quei peones che prima stavano con Ncd di Angelino Alfano...". Caccia grossa dunque, anche in terre lontane dai confini del Partito democratico. Giacomo Portas entrerà nel gruppo renziano della Camera da indipendente e sogna a occhi aperti il ritorno del grande centro: "Renzi costruisce la casa dei moderati e io ci vado, perché sono un moderato per eccellenza". Con entusiasmo saluta anche il deputato Matteo Colaninno e come lui se ne vanno Annibali, Anzaldi, De Filippo, Ferri, Giachetti, Marattin, Migliore, Nobili, Paita. Maria Elena Boschi è presidente in pectore del nuovo gruppo, che punta a partire con 26 onorevoli. Dal Misto è stato pescato Gabriele Toccafondi e da +Europa sarebbe in arrivo Alessandro Fusacchia. A resistere al corteggiamento il deputato Mario Morgoni e il senatore Tommaso Cerno, così come l'azzurro Massimo Mallegni. 

Dai blog