Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carlo Calenda, la previsione: "Ecco perché si torna al voto a giugno"

Stefano Boffa
  • a
  • a
  • a

"Stiamo facendo un partito e lo lanceremo a metà novembre. Sarà riformista visto che è una categoria che non esiste più in Italia". Così Carlo Calenda annuncia il nuovo partito che andrà a fondare insieme a Matteo Richetti dopo la fuoriuscita dal Pd avvenuta a fine agosto, anche se ha voluto mantenere segreti il nome il simbolo dello stesso. Un nuovo partitino a sinistra dopo Italia Viva, insomma, come se ne sentissimo la mancanza. Intervistato da affaritaliani.it, l'ex ministro dello Sviluppo Economico scopre le carte e rivela il perché ha lasciato il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, senza però seguire Matteo Renzi nel percorso di Italia Viva, non perdonando ai due il fatto di aver voluto costituire un governo in partnership con il "nemico" di sempre, il M5s: "Il Partito Democratico ha perso ogni residuo di dignità, perché se tu voti tre volte contro dicendo che è un attentato alla democrazia, poi fai un governo insieme e voti a favore come se nulla fosse, parlo del Pd e di Italia Viva ancora di più, vuol dire che sei disponibile a fare qualunque cosa pur di rimanere attaccato a una poltrona. E alla fine è questo che sta accadendo". Leggi anche: Matteo Renzi, Carlo Calenda rivela: "Avevo avvertito Gentiloni e Zingaretti che sarebbe finita così" Calenda ha poi rincarato la dose sull'incoerenza mostrata dai dem e dai renziani nel corso di questa nuova legislatura, soprattutto dopo aver votato a favore del taglio dei parlamentari : "È l'ennesimo sinonimo di incoerenza dopo il mantenimento di Quota 100, del Reddito di Cittadinanza, dei navigator, etc... È l'ennesima prova che il governo è guidato dai 5 Stelle". Infine, l'europarlamentare di Siamo Europei ha voluto fare una previsione sulla durata dell'attuale esecutivo: "Non credo durerà per l'intera legislatura. [...] Se si vota sarà dopo che sono completate le nomine, quindi intorno a giugno". Calenda rivela le sue informazioni riservate: Italia al voto tra otto mesi?

Dai blog