Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, incontro segreto con Urbano Cairo: discesa in campo, qualcosa è cambiato?

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Domenica pomeriggio Silvio Berlusconi, nel suo appartamento milanese di via Rovani, non ha incontrato solo Matteo Salvini e Giorgia Meloni per discutere del "maggiore coordinamento" tra i gruppi parlamentari e di centrodestra unito, ma ha anche visto Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di Rcs ed editore di La7. Il faccia a faccia, riporta il Fatto quotidiano in un retroscena, sarebbe stato organizzato dai fedelissimi del Cavaliere, Fedele Confalonieri e Gianni Letta. Non si sa esattamente che cosa i due si siano detti ma si parla della volontà di Cairo, finora sempre negata dal diretto interessato, di scendere in politica. "Io non sono e non sarò mai l'erede del Cavaliere. Io sono molto diverso da lui. Per essere ancora più chiaro: non vivo nell'attesa di ricevere una qualche investitura, né intendo assumere la guida di partiti già esistenti che hanno attraversato una parabola puntellata di successi e fallimenti", aveva detto Cairo. Leggi anche: Meloni-Renzi mettono il turbo, sondaggione di Piazzapulita: un duello a sorpresa Ed è difficile che abbia cambiato idea e pensi di candidarsi Forza Italia: quindi? Forse bisogna rileggere le sue parole ad Annalisa Chirico pronunciate un mese e mezzo fa: "Al momento l'idea non mi sfiora". Al momento, appunto. Ma ora si è aperto uno spazio al centro: Carlo Calenda è uscito dal Pd, Matteo Renzi si è fatto il suo partito che punta a svuotare Forza Italia, e se Cairo sta pensando di candidarsi tra un paio deve iniziare a muoversi adesso. Tra gli azzurri non è gradito, ma lo è eccome tra i fedelissimi di Silvio e da Marina Berlusconi.  

Dai blog