Cerca

Fuori dal coro

Vittorio Feltri sul cardinale Ruini: "Finalmente qualcuno che ragiona"

4 Novembre 2019

0
Vittorio Feltri sul cardinale Ruini: "Finalmente qualcuno che ragiona"

 Aldo Cazzullo, prima firma del Corriere della Sera, ha avuto un' ottima idea: intervistare Camillo Ruini, un cardinalone non allineato alla corrente conformistica della Chiesa alla moda, quella che tiene bordone alla sinistra innamorata degli immigrati. L' articolo che ne è sortito sorprende e consola - immagino - tanti cattolici poco inclini a incrementare ciecamente l' accoglienza.
Era ora che una personalità religiosa di rilievo pronunciasse un discorso di buon senso in grado di mettere un po' di pace nel mondo dei credenti. Ruini ha detto: è sbagliato non dialogare con Salvini, il quale, tutto sommato, sa cogliere e interpretare meglio di altri i sentimenti dei cristiani. Il porporato ha fatto altresì chiarezza sulla vexata quaestio del Rosario "brandito" spesso dal leader leghista.
Non c' è nulla di male, anzi, a baciare in piazza il crocefisso: semmai è un contributo alla fede popolare, un modo efficace di esprimere la passione e la fede delle masse.

Per approfondire leggi anche: Papa Francesco smentito da Ruini


Ruini, stimolato con garbo da Cazzullo, ha compiuto una analisi corretta e non livorosa della attuale situazione confusa della politica italiana, senza demonizzare nessuno, eppure ponendo l' accento su questioni altamente divisive in questo momento.
Una operazione, la sua, destinata a portare il sereno nonché a chiarire le faccende che creano oggi le maggiori turbolenze.
L' alto prelato per anni è stato per la Chiesa un punto di riferimento importante e anche ora, pur essendo fuori dai giochi, ha dimostrato di possedere una grande lucidità di pensiero che può aiutare il clero a ritrovare la bussola. Qui si tratta di rappacificare gli animi e di dare il via a una nuova stagione non solo spirituale, bensì pure sociale.
L' ex capo della Cei, conferenza dei vescovi italiani, va elogiato oltre che rimpianto per la pacatezza e l' acume dei suoi ragionamenti.
Nota finale: i suoi colleghi seguano l' esempio dell' insigne cardinale e la smettano di parteggiare per coloro che non amano la gente comune e agevolano il mercato delle braccia nere.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Matteo Salvini: "Io, presunto criminale, a febbraio scoprirò se andrò a processo oppure no"

Vito Crimi
"Indegno, inaccettabile, oscurantista". La violenza di Giuseppe Conte, colata d'insulti a Salvini / Video
Emilia Romagna, Stefano Bonaccini s'infuria con la sicurezza: "Basta, fate solo casino. Sto parlando in tv"

media