Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Renzi, la proposta indecente a Matteo Salvini: "Riforme? Vediamo chi dice di no"

  • a
  • a
  • a

Matteo Renzi ha sciolto le riserve: è possibile un patto con Matteo Salvini per approvare riforme di sistema, in primis la legge elettorale. L'apertura arriva in un'intervista al quotidiano La Stampa, dove Renzi ha accolto la proposta lanciata qualche giorno fa dal numero due della Lega, Giancarlo Giorgetti. Il leader di Italia viva auspica un sistema maggioritario e ritiene che sarebbe "ottimo per le istituzioni" se si giungesse ad un accordo in merito con la Lega. Oltretutto il Matteo di Firenze intende concorrere con l'omonimo leghista su due temi comuni: progetti infrastrutturali e taglio delle tasse. Leggi anche: Salvini a DiMartedì, durissimo attacco a Renzi: "Ultimo modello di vita. E di politica" Venerdì, a Torino, Renzi proporrà delle "misure economiche choc", in quanto, a suo avviso, "questa legge di bilancio non basta per rilanciare il Paese". Il piano economico di Italia Viva prevede di destinare 120 miliardi nei prossimi tre anni su edilizia, energia e infrastrutture. Sull'urgenza di realizzare nuove infrastrutture emerge una narrativa simile a quella di Salvini. "Voglio vedere chi ha il coraggio di dire di no": ecco l'attacco di Renzi agli alleati di governo dei 5stelle. E poi la concorrenza al leader della Lega sul tema taglio delle tasse: "Mi batto da sempre per evitare l'aumento delle tasse [...] Italia Viva è un partito No-Tax". Convergenze parallele, dunque, tra i due Mattei. Chissà se il fine sarà sufficiente a giustificare il patto innaturale.

Dai blog