Cerca

imbarazzo giallo-rosso

Mes, Claudio Borghi contro Giuseppe Conte: "Un bugiardo seriale", il documento imbarazza il premier

8 Dicembre 2019

0
Borghi contro Conte: "Io favorevole al Mes? Lui è un bugiardo seriale". Il documento che inchioda il premier

La questione Mes crea ancora scompiglio. Questa volta a essere messo sotto accusa è Claudio Borghi. Si è detto infatti che l'economista della Lega era d'accordo sul trattato durante la scorsa legislatura. Una dichiarazione pronunciata da Giuseppe Conte con tanto di prova che circola in Rete nel quale si legge la firma del deputato. Notizia, questa, giunta anche a Luca Telese, che, nella puntata di Otto e Mezzo in onda venerdì 6 dicembre, ha ben pensato di diffondere. Eppure, come lo stesso Borghi ha sottolineato, si tratta di una falsità: "Caro Luca Telese - ha esordito sul suo profilo Twitter - mi sei 'costato' un comunicato stampa". Proprio così perché l'economista ha dovuto ricorrere all'obiezione pubblica, non contro Telese ovviamente, bensì contro il premier: "Conte dice che ho approvato il Mes in commissione Bilancio a marzo? Falso! Le solite bugie di un soggetto che inganna e mente a giornalisti e addetti ai lavori". "Il Mes - a quanto dicono tutti, dall'opposizione e no - non è mai stato trattato nella commissione che presiedo, visto che il ministro dell'Economia non si è mai presentato per relazionare".

Poi Borghi spiega il documento che riporta il suo nome: "Conte dovrebbe sapere inoltre che nel testo dedicato al semestre europeo esaminato a marzo, al Mes erano dedicate tre righe generiche e l'indicazione della commissione - prosegue l'esponente della Lega - fu di non votare a favore su nulla. In ogni caso, i pareri della commissione sono per definizione collettivi e non attribuibili al presidente". Infine la frecciata: "Ricordo a Conte che il sottoscritto oltre ad essere contrario al Mes fin dalla sua progettazione, come presidente, per prassi, non vota mai. Spiace dover passare il tempo a smentire un mentitore seriale - ribadisce il parlamentare - quale è Conte invece di lavorare alla legge di Bilancio cosa che il governo sta vergognosamente impedendo in modo palesemente incostituzionale".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Luigi Di Maio, dopo l'addio l'abbraccio con Vito Crimi: "Buona fortuna"

Dimissioni Di Maio, Giuseppe Conte: "Luigi tirato per la giacchetta, rispetterò decisione ma mi dispiacerà"
Matteo Renzi spinge Conte verso la crisi: "Prescrizione, la sua proposta è anticostituzionale"
Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta

media