Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Maroni boccia Salvini al citofono: "Non lo farei. Questione di stile, non di sostanza"

  • a
  • a
  • a

Ad Omnibus (La7) l'ex segretario leghista, Roberto Maroni, è intervenuto in collegamento sulla sconfitta della Lega in Emilia-Romagna. In particolare, la conduttrice Alessandra Sardoni torna sulla citofonata in casa della famiglia tunisina. E chiede a Maroni una valutazione generale sul gesto e se l'avrebbe fatto anche lui. La risposta dell'ex governatore lombardo è netta, ma sposta l'analisi su un piano più approfondito. Per approfondire leggi anche: Matteo Salvini, il video al citofono rimosso da Facebook: "Incita all'odio" "No, io non l'avrei fatto", garantisce Maroni, che poi alza la posta: "Salvini ha sollevato un tema importante: quello della lotta alla droga". E sulla citofonata aggiunge che "l'operazione è stata sfruttata negativamente contro Salvini"; tuttavia - continua- si tratta meramente di una "questione di stile, non di sostanza". Infine non sa se quella citofonata ha contribuito al risultato negativo della Lega nel quartiere di Pilastro, lì dove è stato girato quel video.

Dai blog