Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sondaggio Fabrizio Masia: Matteo Salvini, la maggioranza degli elettori di centrodestra boccia la citofonata

Marco Rossi
  • a
  • a
  • a

"Rifarei tutto, anche il citofono, il radiotelefono, il grammofono". Matteo Salvini non si pente della campagna elettorale fatta in Emilia Romagna. La Lega ha ottenuto il 32% contro il 33,7% delle ultime elezioni - le Europee - in Emilia Romagna. Dunque un piccolo passo indietro. Ma sostanzialmente il Carroccio ha tenuto, soprattutto è rimasto forte là dove già lo era: le province di Ferrara, Parma (esclusa la città) e Piacenza. Leggi anche: Giorgetti futuro premier? Non solo una "suggestione". Il retroscena: "sorpasso" del numero due su Salvini Secondo gli elettori del centrodestra, però, è stata proprio la citofonata al quartiere Pilastro di Bologna a far perdere voti decisivi alla Borgonzoni nella sfida contro Bonaccini. Secondo l'ultimo sondaggio Emg-Acqua diffuso da Agorà su Raitre giovedì 30 gennaio, quella mossa è stata considerata un errore dal 68% degli elettori di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega. sono gli elettori di Forza Italia a considerare sbagliata la mossa di Salvini, con il 93%. Seguono quelli di Fratelli d'Italia all'88%. A difendere il segretario del Carroccio restano gli elettori leghisti, che per il 56% non considerano un errore quel gesto. Ma c'è un 39% che invece lo boccia. La citofonata di #Salvini a Bologna è stato un errore? Le risposte divise per elettorato #agorarai #sondaggi pic.twitter.com/fP3izPS7wr— Agorà (@agorarai) January 30, 2020

Dai blog