Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Meloni contro Conte e governo: "Atteggiamento criminale nella gestione dell'emergenza"

  • a
  • a
  • a

Giorgia Meloni non le manda di certo a dire. Ospite a L'Aria Che Tira la leader di Fratelli d'Italia non nasconde il suo dissenso nei confronti del governo sul coronavirus. "Quello di Giuseppe Conte è stato un comportamento scandaloso - spiega nel faccia a faccia con Myrta Merlino -. Questo è un momento in cui la classe dirigente deve essere classe dirigente". E la Meloni ne è l'esempio visto e considerato che non si è tirata indietro quando il premier ha chiesto aiuto anche all'opposizione per far fronte all'emergenza. "Io per prima - ribadisce - io cercato di dimostrare, magari rinunciando a cercare un consenso facile sulla paura della gente, mi aspetto di avere un presidente del Consiglio che faccia la stessa cosa. Mi aspetto un presidente del Consiglio che metta la Patria prima di se stesso". Invece non è così, anzi il governo giallo-rosso agli occhi della leader soffre di "bulimia comunicativa", di voler per forza dare un segnale della propria presenza,

A salvarsi dall'invettiva Roberto Speranza che, da ministro della Salute, si è dimostrato all'altezza del compito: "Lui parla quando deve parlare". Non fa lo stesso Conte che più volte ha preso di mira Luca Zaia: "Il mio atteggiamento - specifica - è cambiato quando ho visto il premier, che nel disperato tentativo di attaccare un presidente di Regione di un partito avversario, ha detto che c’era stata una falla nel nostro sistema sanitario, trasformando l’Italia nel paese degli untori d’Europa. Sei un criminale a fare una cosa del genere. Conte ha un atteggiamento criminale verso l’Italia". Punto e basta.

Dai blog