Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beppe Sala: "Perché in Lombardia non si fanno test sugli anticorpi?". Attilio Fontana lo stronca: "Solo sparate per fare polemica"

Giuseppe Sala

  • a
  • a
  • a

Beppe Sala, come se non ci fossero già abbastanza problemi in Lombardia, tra mascherine e ventilatori insufficienti e ospedali allo stremo, chiede i test sugli anticorpi: "Test che permettono di definire se una persona è stata colpita dal virus inconsapevolmente e per un certo periodo di tempo immune. Questi test sono stati fatti in Veneto e in Emilia Romagna, in Lombardia ancora no. Perché? Per quanto tempo? Verranno fatti e in che modalità? Vogliamo semplicemente capire questo", attacca in un video messaggio pubblicato su Facebook. "Rivolgiamo queste domande alla Regione Lombardia perché i nostri concittadini le rivolgono a noi. Non è polemica ma è il bene comune".

 

 

Non si fa attendere la risposta di Attilio Fontana: "Regione Lombardia è una istituzione seria. Che agisce solo ed esclusivamente sulla base di riscontri scientifici. Sul tema dei test 'rapidi' ho più volte ribadito che stiamo verificando il valore effettivo di queste procedure. Un modo di agire che necessita di un lasso di tempo tale da rendere i risultati solidi, a fronte delle molte perplessità sollevate dalla comunità scientifica", spiega il governatore della Lombardia. Sul mercato, continua, "esistono molti tamponi inaffidabili che creano false speranze ai cittadini. Le nostre indagini sono in fase di conclusione e speriamo di avere una risposta nelle prossime ore. Agiremo solo nella direzione che ci indica la scienza e non sugli umori o le sparate di sindaci che non perdono l'occasione per fomentare la polemica. Sindaci ai quali nelle sedi istituzionali queste risposte sono state più volte date".

Dai blog