Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Renzi, "le poltrone con Bonafede non c'entrano"? Rumors: Boschi verso la commissione Affari Costituzionali

  • a
  • a
  • a

Il dietrofront di Matteo Renzi sulla mozione di sfiducia nei confronti di Alfonso Bonafede ha una sola ragione: la fame di poltrone, quella fame che lui ha più volte smentito. Ed ecco che il voto decisivo di Italia Viva per salvare il ministro della Giustizia, altrimenti costretto alle dimissioni dopo il caos carceri e le accuse dell'ex pm antimafia Nino Di Matteo, viene adeguatamente ricompensato. A fare l'elenco dei doni forse concessi al fu rottamatore è il Fatto Quotidiano. Il leader di Iv ha infatti chiesto le presidenze delle commissioni.

 

 

A giugno si dovrebbero ridiscutere, sia quelle della Camera che quelle al Senato, con i dieci esponenti della Lega (in maggioranza nel precedente esecutivo), che saranno sostituiti. Da verificare poi il destino dei quindici grillini, forse qualcuno dovrà cedere la poltrona ad esponenti del Pd o di Italia Viva. Secondo il quotidiano di Marco Travaglio Renzi ha chiesto Luigi Marattin per la commissione bilancio e Maria Elena Boschi per gli affari costituzionali. Non solo, i suoi orizzonti sono molto più alti con Raffaella Paita per i trasporti e Lucia Annibali alla giustizia. 

Dai blog