Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, Riccardo Molinari: "Stampella di Pd e M5s? Non credo che voglia suicidarsi"

  • a
  • a
  • a

L'apertura di Romano Prodi a Silvio Berlusconi in maggioranza, nonché l'apertura dello stesso Cavaliere a un nuovo governo in una recente intervista a Il Giornale, agitano la Lega, contrarissima a qualsiasi intesa con Pd o M5s. E così, a commentare il quadro politico, ci pensa Riccardo Molinari, capogruppo del Carroccio alla Camera, il quale intervistato da Repubblica non usa giri di parole: "Forza Italia vuole andare a fare la stampella di Pd e M5s? Sarebbe un suicidio", premette tranchant. E ancora: "È un film già visto, da Monti a Letta per finire con il Nazareno. Ma non credo che in questo momento Berlusconi abbia una convenienza politica a lasciare il centrodestra". 

 

Secondo Molinari, le apertura di Berlusconi sono dovute al fatto che in FI "sanno perfettamente che si avvicinano a un passaggio parlamentare delicato e imbarazzante come il voto sul pacchetto di aiuti europei", e sul Mes Forza Italia è orientata a dire sì. Dunque, "in questo clima, per il futuro del governo, meglio coccolare Forza Italia", sottolinea il leghista. E ancora, sul Mes, ricorda come FI "ha annunciato da tempo la sua posizione, ne prendiamo atto. Semplicemente non crediamo che ciò possa essere il primo atto di na nuova maggioranza". Nel caso, Berlusconi "farebbe la stampella a Pd e M5s, che peraltro stanno cercando un'alleanza strutturale sul territorio. Io non penso che Forza Italia voglia suicidarsi", ribadisce e conclude Molinari.

 

Dai blog