Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nicola Porro, i verbali Cts imbarazzano Marco Travaglio: "Difende le bugie conclamate di Giuseppe Conte"

  • a
  • a
  • a

Nicola Porro divide i giornali in due parti: ci sono i “giornaloni” che fanno il coro al decreto agosto ed a Giuseppe Conte e poi ci sono quelli dell’opposizione che si schierano contro le bugie conclamate del premier. Alla prima categoria appartiene Il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio, al quale il giornalista di Mediaset non risparmia critiche feroci nella sua zuppa quotidiana. “Il suo difensore d’ufficio è in grande imbarazzo per questa scandalosa vicenda dei verbali del comitato tecnico scientifico”, attacca Porro che poi entra nel vivo della questione: “Il 3 marzo il Cts non solo dice di istituire la zona rossa ad Alzano e Nembro, ma prima diceva anche di non chiudere tutto ma solo le regioni in cui c’era maggiore diffusione del coronavirus. Il governo invece se ne fotte e il 9 marzo chiude tutto”. Poi l’affondo diretto a Travaglio: “Difende Conte sulle accuse passate, ma fatto sta che il governo ha chiuso tutto quando il Cts diceva no e soprattutto ha evitato il vero problema in quei comuni della Lombardia e ha fatto finta di nulla fischiettando”. 

 

 

Dai blog