Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte e l'offerta a Mario Draghi, il M5s anonimo: "Massimo Giletti indaghi", altra balla del premier?

  • a
  • a
  • a

Una clamorosa cannonata, sotto anonimato, raccolta da Il Tempo. Il bersaglio grosso è Giuseppe Conte, a parlare è un esponente del M5s, "un grillino deluso", come lo definisce il quotidiano capitolino. Il tema? Le parole del premier su Mario Draghi, definito "stanco". Inoltre, Conte aveva affermato che lo avrebbe visto bene come presidente della Commissione Europa. Parole in libertà. Parole, che secondo il grillino anonimo, dovrebbero far riflettere. "È lo stesso modulo che abbiamo visto con le lusinghe fatte dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, al magistrato Antonino Di Matteo: promesse fatte e smentite, ricostruzioni di parte, e alla fine il gran casino", sottolinea la fonte.

 

Ma lo sfogo non è finito: "Un format riproposto, stavolta capovolto, con la fonte governativa che si mette a parlare di incarichi pubblici e trattative private: l'altra volta era stato il candidato prescelto, e trombato, a uscire allo scoperto". Dunque, il grillino piazza il carico da novanta: "Anche per quanto è accaduto con l'ex presidente dalla Bce sarà bene che se ne occupi Massimo Giletti, prossimamente. Magari poi Draghi chiamerà in diretta, durante la trasmissione, per smentire quanto è stato detto dal presidente del Consiglio". Evidente il riferimento del M5s anonimo a quanto accaduto a Non è l'Arena tra Alfonso Bonafede e Nino di Matteo.

 

 

Dai blog