Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Decreto ristori approvato in CdM: "I soldi arriveranno entro il 15 novembre", governo Conte atteso al varco

  • a
  • a
  • a

Sui ristori economici Giuseppe Conte sa di non poter sbagliare, dopo la reazione veemente del paese all’ennesimo Dpcm che chiude le attività ritenute “non necessarie”. Il decreto è stato approvato in fretta e furia, adesso vedremo se la nuova “potenza da fuoco” da 6,8 miliardi basterà per aiutare le tantissime categorie esposte alla pandemia di coronavirus. Il consiglio dei ministri di oggi, martedì 27 ottobre, è stato piuttosto rapido: è iniziato poco prima delle 16 ed è durato un’oretta, giusto il tempo di mettere nero su bianco. Secondo l’Ansa, il ministro Roberto Gualtieri ha definito i ristori a fondo perduto il “pezzo forte” del decreto e ha assicurato che arriveranno “in tempi record entro il 15 novembre”. Nella bozza emersa nelle ore precedenti si legge che le categorie che potranno accedere ai rimborsi, e le relative percentuali, sono le seguenti: ristori del 400% per discoteche, sale da ballo, night club e simili; del 200% per stadi, cinema, piscine, parchi divertimenti, sale giochi, palestre e sale bingo; del 150% per ristoranti, alberghi, affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna; del 100% per gelaterie e bar (senza cucina). 

 

 

 

ELENCO COMPLETO DELLE CATEGORIE CHE AVRANNO ACCESSO AI RISTORI
-Ristori 400%
: Discoteche, sale da ballo night-club e simili.

-Ristori 200%: Catering per eventi, banqueting; attività di proiezione cinematografica; organizzazione di convegni e fiere; gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche, gestione di stadi, gestione di piscine; gestione di impianti sportivi polivalenti, gestione di altri impianti sportivi nca; attività di club sportivi; gestione di palestre; enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi; altre attività sportive nca; parchi di divertimento e parchi tematici; sale giochi e biliardi; altre attività di intrattenimento e di divertimento nca; servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali); stabilimenti termali; organizzazione di feste e cerimonie; gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano; noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi; servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d'intrattenimento; altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca. Attività nel campo della recitazione; altre rappresentazioni artistiche; noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli; altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche; altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo); attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby, attività di altre organizzazioni associative nca.

-Ristori 150%: ristorazione con somministrazione; attività di ristorazione connesse alle aziende agricole, ristorazione ambulante; alberghi; villaggi turistici; ostelli della gioventù; rifugi di montagna; colonie marine e montane; affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence; attività di alloggio connesse alle aziende agricole; aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte; alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero.

Dai blog