Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guido Crosetto: "L'assalto al Congresso dei trumpiani? Danneggia anche noi", la difesa di Giorgia Meloni

  • a
  • a
  • a

Guido Crosetto è stato uno dei pochi esponenti di spicco del centrodestra ad aver condannato immediatamente e con convinzione l’assalto al Congresso Usa, operato dai sostenitori di Donald Trump che erano stati aizzati nelle settimane precedenti proprio dal presidente in persona. Quanto accaduto a Capitol Hill è una macchia indelebile per la democrazia americana, che rischia di avere ripercussioni anche sulla destra mondiale. “Ha indebolito l’alternativa alla sinistra perché ha dato l’immagine di una deriva violenta che invece con i conservatori non deve avere nulla a che fare”, ha dichiarato Crosetto che poi ha spiegato nel dettaglio il suo pensiero nel corso di un’intervista rilasciata a Repubblica.

Per un po’ ci metterà in difficoltà - ha spiegato - tuttavia la situazione che si è venuta a creare è uno stimolo in più perché serve a far capire ai conservatori di tutto il mondo che non ci si può fare incasellare negli ‘issi’, sovranismi, nazionalismi, fascismi”. Per Crosetto l’assalto al Congresso fomentato da Trump avrà una ricaduta anche sulla destra italiana: “Il suo atteggiamento iniziale ha dato l’idea di una deriva che non ha nulla a che fare con i conservatori. Poi la mia posizione è sempre la stessa: Trump non mi è mai stato simpatico. Ho trovato buone le sue politiche sulla tassazione delle imprese, sugli aiuti alle assunzioni, sulla Cina, tant'è che pre-Covid la disoccupazione era quasi a zero negli Usa. Ma la disattenzione per alcune regole della democrazia, nonostante fosse nelle istituzioni, è sbagliata”.

 

 

Insomma, Crosetto ha condannato senza ripensamento quanto accaduto a Capitol Hill, ma ha difeso Giorgia Meloni che invece è stata accusata di non aver preso posizione in maniera netta contro Trump: “È semplicemente stata istituzionale, come sempre. Ha detto: è da condannare. E poi ha valorizzato la parte della dichiarazione di Trump contro i violenti. Ma Giorgia è contro la violenza sempre e comunque. I violenti sono quelli che non hanno la forza delle loro idee e lei le ha”. 

Dai blog