Cerca

"Scusi, lei spaccia?"

Emilia Romagna, Matteo Salvini al citofono: boomerang elettorale, al Pilastro la Lega prende solo il 18%

27 Gennaio 2020

6
Emilia Romagna, Matteo Salvini al citofono: boomerang elettorale, al Pilastro la Lega prende solo il 18%

La mossa del citofono non è stata apprezzata dagli abitanti del quartiere Pilastro di Bologna. Qui il leader della Lega Matteo Salvini aveva citofonato a una famiglia dove vive un presunto spacciatore per chiedere letteralmente al figlio: "Ma lei spaccia?". Ora il Carroccio al Pilastro ha raccolto solo il 18 per cento dei consensi: "L'errore del centrodestra? Lo ha fatto Salvini che ha oscurato completamente la sua candidata. Ha voluto un referendum su di lui e questo è il risultato", ha attaccato il sindaco di Bologna Virginio Merola: "Non si può strumentalizzare la gente a fini elettorali. Il Pilastro? È stato il secondo Papeete di Salvini".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dagoleo

    27 Gennaio 2020 - 18:01

    se usasse toni più tranquilli prenderebbe molti più voti. non era necessaria una scena del genere. bastava andare al Pilastro e far vedere come si possono riprendere in mano i luoghi dello spaccio.

    Report

    Rispondi

  • captain fantastic

    27 Gennaio 2020 - 17:53

    x Carlito58 Voi avete vinto in Calabria la capitale mondiale della ndrangheta noi in una delle regioni meglio amministrate d'Italia... vivete in un mondo di fantasia...

    Report

    Rispondi

  • captain fantastic

    27 Gennaio 2020 - 17:47

    Ha ha ha!!!!!!! Avete perso pure a Bibbiano!!!!!!!!! Ha ha ha!!!!!!!!! Ve s'e ritorta contro la campagna diffamatoria! Ha ha ha!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media