Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mafia: assessore Sicilia, giudice Montalto esempio per giovani

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Palermo, 25 gen. - (Adnkronos) - "La memoria dei caduti per mano mafiosa e' elemento fondamentale nella lotta che istituzioni, forze dell'ordine e societa' civile devono condurre per estirpare questo cancro dalla Sicilia. Intitolare una piazza al giudice Giangiacomo Ciaccio Montalto non e', pertanto, solo il giusto riconoscimento al valore di un magistrato coraggioso che, lontano dai clamori, sacrifico' la vita per questi valori, ma anche un modo concreto per tenere vivo e rendere attuale il ricordo di persone che debbono costituire esempi e riferimenti per le giovani generazioni da seguire ed ai quali guardare. E su questa piazza si trova l'ingresso di un istituto superiore della citta' ove studiano centinaia di studenti". Lo ha detto l'assessore regionale per l'Economia, Gaetano Armao, in occasione della intitolazione della piazza antistante l'istituto statale 'Mario Rutelli' al giudice Ciaccio Montalto avvenuta oggi. "Il Presidente della Repubblica del tempo, Sandro Pertini - ha detto Armao - ai funerali del giudice affermo' che 'per combattere la mafia c'e' solo da rispettare fino in fondo la Costituzione'. Sono passati 29 anni e quel messaggio rimane intangibile e attualissimo. Rispettare la Costituzione e i valori ai quali essa si ispira, rende incompatibile nella societa' la presenza della mafia in qualsiasi forma e modalita', ai giovani di Sicilia - ha concluso l'assessore - il compito di portare con loro il bagaglio di valori che ha espresso in Sicilia il percorso, ormai intrapreso, per il riscatto dall'oppressione e dal sottosviluppo opera della mafia".

Dai blog