Cerca

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

‘Vogliounfiglio.it’ è il nuovo sito
per la coppia che cerca un bimbo

La pagina web di Merck Italia è nata per accompagnare le coppie nel percorso della ricerca di un figlio. Promuove una corretta informazione dalle prime difficoltà incontrate alla consapevolezza di un problema di infertilità

28 Maggio 2019

0
‘Vogliounfiglio.it’ è il nuovo sito per la coppia che cerca un bimbo

L’infertilità è un problema molto diffuso e in continuo aumento. È per questo che Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, lancia il sito www.vogliounfiglio.it, con l’obiettivo di aiutare le persone in cerca di informazioni sulla fertilità e sulla Procreazione medicalmente assistita (Pma). All’interno del sito web, è possibile trovare indicazioni e suggerimenti per orientarsi al meglio e capire quando è necessario rivolgersi a uno specialista.Uno studio internazionale del 2007 parla di un problema che colpisce il 9 per cento della popolazione mondiale. Dati più recenti dell’Istituto Superiore di Sanità stimano che il 15-20 per cento delle coppie in età fertile sia affetto da infertilità.

Vogliounfiglio.it intende accompagnare le coppie nel percorso alla ricerca di un figlio, dalle prime difficoltà incontrate alla consapevolezza di un problema di infertilità, con sezioni informative specifiche. Tra le informazioni contenute nel sito: il funzionamento dei sistemi riproduttivi maschile e femminile, i tempi oltre i quali è consigliabile rivolgersi allo specialista,cosa comporta accedere a un percorso di PMA, quali tipi di esami è necessario sostenere, le tecniche disponibili e i centri italiani specializzati nella cura dell’infertilità. Particolare attenzione è dedicata all’età della donna, uno dei fattori più importanti per la fertilità: all’interno del sito, infatti, si approfondisce cosa succede alla fertilità femminile con il passare degli anni. Sempre su vogliounfiglio.it si forniscono consigli pratici su aspetti quali l’interruzione dei metodi contraccettivi e i rapporti mirati per iniziare a cercare una gravidanza.

Il sito si sviluppa attraverso un percorso verticale, intuitivo e interattivo, fatto di 'step' successivi che permettono all’utente di accedere con facilità alle informazioni. I testi utilizzano un linguaggio semplice e facilmente comprensibile, per dare la possibilità di acquisire la conoscenza di base necessaria a prendere decisioni consapevoli in tema di procreazione medicalmente assistita. “Per una coppia, la presa di coscienza di un problema come l’infertilità - sottolinea Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia – può non essere facile. Tale consapevolezza, però, rappresenta un passaggio necessario per avviare un percorso che porti alla realizzazione del proprio sogno di genitorialità. Con vogliounfiglio.it, Merck intende essere al fianco degli aspiranti genitori sin dall’inizio, attraverso un adeguato supporto informativo”. (ANNA CAPASSO)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media