Cerca

Sanremo 2020, Tiziano Ferro e Massimo Ranieri inediti: "Chiamami papà", "E tu vieni a Napoli con me"

6 Febbraio 2020

0
Ferro e Ranieri

Uno l’erede dell’altro. Forse. Anzi, probabilmente. “Chiamami papà”, scherza Massimo Ranieri rompendo gli schemi e rivolgendosi a Tiziano Ferro dopo la loro esibizione al Festival di Sanremo. Da tempo si parla anche della loro somiglianza e della loro, unica, caratura artistica. Ma insieme, sullo stesso palco, non li avevamo mai visti.

Per approfondire leggi anche: L'intruso tra i Ricchi e Poveri

Un vero brivido invade il teatro dell'Ariston appena iniziano a cantare “Perdere l’amore”: un successo che da trent’anni intere generazioni cantano a squarciagola. Un ritornello che conosco tutti. Ma proprio tutti. E in un attimo, come in un rewind, Sanremo sogna: quel 1988, anno in cui Ranieri portò al Festival quel brano indimenticabile, viene rivissuto in un solo istante. Poi Tiziano Ferro chiede a Massimo: “Canterò a Napoli. Ti prego, vieni. Ti voglio mio ospite”. Lui scherza e accetta. 

di Francesco Fredella

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Paghi per le sciocchezze, devo mostrare gli sms?". Conte, clava-virus su Salvini

Coronavirus, la meloniana Baldini in aula con la mascherina: "Sono medico, vengo da Milano. Perché l'ho fatto"
Coronavirus, la denuncia del leghista: "Deputati bloccati al Nord e la Camera non controlla gli ingressi"
Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano

media