Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, Maria Elena Boschi come Salvini su Junior Cally: "Roba vergognosa, chieda scusa"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Tra chi si schiera senza indugi contro Junior Cally a Sanremo 2020, ecco Maria Elena Boschi. La capogruppo alla Camera di Italia Viva dice la sua nel corso di Non è l'Arena, il programma di Massimo Giletti in onda su La7. Si parlava della kermesse, il cui inizio è imminente, e la Boschi si è rifiutata di leggere il testo di Strega, la controversa canzone di Junior Cally per la quale era stata invocata la sua esclusione dal Festival. "Ho letto il testo, non lo conoscevo, è vergognoso", ha risposto la Boschi. E ancora: "Non lo leggo, chi lo vuole ascoltare lo può trovare ovunque, è facile, non è che voglia fare la censura di un cantante che chiunque può raggiungere. Però sono parole che fanno male a casa a chi le ascolta, se c'è qualcuno che ha subito una violenza". Insomma, la Boschi sulle stesse posizioni di Matteo Salvini. Giletti però non molla e le chiede di leggere il teso. La Boschi non ci pensa neppure: "Credo che la cosa ancora più grave di questo rapper sia non aver chiesto scusa a distanza di anni. Qui c'è un problema culturale e se dobbiamo trovare una cosa positiva è che almeno ci consente di parlare di questo tema, ma dicendo con fermezza che frasi di questo tipo non sono accettabili", ha concluso la Boschi. Leggi anche: Non è l'Arena, Giletti e la battuta su Renzi e coronavirus: occhio alla Boschi

Dai blog