Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ilaria Capua a DiMartedì, attacco gratuito ad Alberto Zangrillo: "Clinicamente morto?", la retromarcia non le basta

  • a
  • a
  • a


"Il coronavirus non è clinicamente morto". Ilaria Capua, nell'ormai tradizionale collegamento con Giovanni Floris a DiMartedì, sembra rivolgersi direttamente ad Alberto Zangrillo, finito alla gogna per quell'espressione, pronunciata nella fase calante della prima ondata. Oggi l'epidemia fa di nuovo paura, e il capo rianimazione del San Raffaele ammette: "Il virus morde". Una correzione che gli ha attirato centinaia di insulti e sfottò dal "progressista" popolo di Twitter.

 

 

 

La virologa di stanza a Miami infierisce: il Covid "non se ne andrà da solo e non è meno aggressivo. La malattia non dipende dal virus, ma dall'ospite". Più fragile è il contagiato, più alto sarà il tasso di letalità. C'è poi un altro aspetto, inquietante: "Sono malattie nuove che emergono dal serbatoio animale. Pensiamo all'influenza aviaria, non è diventata una pandemia perché nel periodo pre-pandemico hanno lavorato migliaia di persone affinché non succedesse".

 

Dai blog