Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Striscia la Notizia, "ripreso il business dei documenti falsi": così i migranti irregolari a Napoli "si ripuliscono"

  • a
  • a
  • a

Luca Abete è tornato a occuparsi per Striscia la Notizia dell’incredibile business di documenti falsi messo in piedi a Napoli, dove operano diverse stamperie fuorilegge. L’inviato del tg satirico di Antonio Ricci si è infatti recato nuovamente nel capoluogo campano, dove continua il traffico di documenti per gli extracomunitari nonostante l’arresto del titolare della stamperia abusiva che vendeva a 60 euro permessi di soggiorno e carte d’identità. L’uomo era stato arrestato durante il lockdown proprio dopo alcuni servizi di Striscia, ma il business non si è comunque fermato, anzi i prezzi sembrano essersi alzati ulteriormente: “Esiste un tunnel immaginario tra Napoli e i paesi esteri che è facilmente percorribile se si è in possesso di documenti falsi”, ha dichiarato Abete che ha poi sottolineato che questo giro “non solo è illegale, ma anche pericoloso per la sicurezza dei paesi europei”. 

 

 

Dai blog