Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Zaniolo, la mamma: "Gli insulti sessisti sono come i cori razzisti, ma i peggiori sono i ragazzini"

Marco Rossi
  • a
  • a
  • a

Francesca Costa, mamma del giocatore della Roma Nicolò Zaniolo, ha parlato a Radio Capital degli insulti e dei cori sessisti che la bersagliano allo stadio e sui social. Per approfondire leggi anche: Nicolò Zaniolo, due gol per zittire Fabio Capello "Alcuni tifosi mi mandano in posta privata le storie in diretta su Instagram, mi taggano e io le pubblico perché voglio denunciarla questa cosa. Gli insulti sessisti li vedo nella stessa misura di quelli razzisti e di discriminazione territoriale. Sono soprattutto uomini adulti quelli che stanno allo stadio, ma chi mi scrive ha 14-15 anni e questi adolescenti mi scrivono le cose peggiori.  Per fortuna ci sono anche episodi positivi: durante Roma-Napoli, nonostante i cori discriminatori dei romanisti, mi ha fatto piacere che molti tifosi napoletani mi abbiano avvicinata per fare i complimenti a Nicolò".

Dai blog