Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pepe Reina esce allo scoperto, colpito dal coronavirus: "Come un camion che ti passa addosso"\

  • a
  • a
  • a

Anche Pepe Reina, ex portiere di Napoli e Milan, ha combattuto contro il coronavirus. Non lo si sapeva, ma ora lo racconta proprio lui a Cadena Cope. Ed è stata dura: "La scorsa settimana ho avuto tutti i sintomi del coronavirus - spiega -, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni tipo di precauzione per non contagiare chi vive con me. Qui non si fanno i test e questo non può che essere un problema, ma adesso sto bene. È dura, è come se mi fosse passato addosso un camion", sottolinea il portiere spagnolo. 

E ancora: "Seguo tutto quello che succede sia in Spagna che in Italia, sono momenti difficili e siamo tutti preoccupati. Quello che mi tocca di più è vedere persone che se ne vanno senza neanche la possibilità di essere salutate per l'ultima volta dalla propria famiglia - sottolinea con dolore -. Dobbiamo rispettare tutte le norme di sicurezza che ci sono state date, solo così riusciremo ad uscirne. Il calcio in questo momento è secondario, non mi importa sapere quando si tornerà in campo, quel che conta è la salute, capisco che ci siano grandi interessi economici in gioco, ma è uguale in tutti i settori". 

Infine, da parte di Reina, alcune considerazioni sul calcio ai tempi del Covid-19: Non ha senso giocare senza pubblico, ma in ogni caso è essenziale che si torni a giocare quando ci saranno tutte le garanzie per farlo in sicurezza. Noi calciatori siamo dei privilegiati, per me è facile restare in isolamento, le persone che hanno veramente i "cojones" sono quelli che vivono in un appartamento di 70 metri quadri con tre bambini, loro sono degli eroi", conclude Pepe Reina

Dai blog