Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maurizio Sarri, il tecnico della Juventus festeggia il suo primo scudetto con la Juventus

  • a
  • a
  • a

È stato il suo primo scudetto e ha gioito alla sua maniera. Maurizio Sarri, dopo aver disertato la festa in campo, ha festeggiato il suo primo titolo negli spogliatoi insieme alla squadra. Il tecnico bianconero è stato infatti poi riempito di schiuma in testa da Cuadrado per poi stappare un'enorme bottiglia e inaugurando il brindisi post-vittoria, con la sua solita sigaretta tra le labbra. "Un sapore forte e particolare", sono state le sue prime parole. Poi con il solito sarcasmo toscano ha rivelato di aver detto ai suoi giocatori: "Se avete vinto con me siete proprio forti, perché non avevo mai vinto niente". Dimenticando che in Inghilterra con il Chelsea, l'anno scorso, ha vinto una Europa League.

 

 

 

In campo, al fischio, finale ha agitato il pugno chiuso con una rabbia figlia di una carriera che lo ha portato al top, dopo anni di gavetta nei campi delle serie minori e dopo aver raggiunto la Serie A con l'Empoli a 55 anno. Una rabbia agonistica figlia anche delle tante critiche ricevute anche in questo suo primo anno alla guida della Juventus. E probabilmente, conoscendo la sua meticolosità nel lavoro, avrà subito pensato alla sfida Champions col Lione (da valutare gli infortuni di uomini importanti come Dybala e De Ligt) che si giocherà il 7 agosto a Torino, partendo dallo svantaggio di aver perso l'andata per 1-0.

Dai blog