Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini sul Mes: "Giuseppe Conte ne risponderà in aula, possibili prelievi forzosi"

Contro il fondo Salva Stati e la manovre sotto banco di Giuseppe Conte, Matteo Salvini spara ad alzo zero. In un'intervista esclusiva rilasciata ad Agenzia Vita, il leader della Lega, parlando del Mes, ricorda: "Ci sono due riunioni in Europa, il 4 e il 12 dicembre, ci dovrà essere un passaggio parlamentare. Non si tratta della posizione della Lega, ma anche di Abi, Bankitalia e imprese. Il trattato, così come è riformato, mette un cappio attorno al collo dell'economia italiana e dei risparmiatori - sottolinea Salvini -. Abbiamo sempre detto no, chiaro e tondo: se qualcuno ha fatto di nascosto ciò che il Parlamento non gli ha permesso di fare ne risponderà". Ovvio, in quest'ultimo passaggio, il riferimento al premier Conte. E ancora, l'ex ministro dell'Interno ricorda: "Il M5s è sempre stato contrario a questo trattato, come la Lega. Milano Finanza addirittura parla di pericolo di incursione nel conto corrente di notte - rimarca il leghista -: è un trattato pericoloso a vantaggio delle banche tedesche, contro l'economia italiana. Chi lo firma se ne assumerà tutte le responsabità", conclude Matteo Salvini. Leggi anche: Senaldi contro Gualtieri, scontro sul Mes a DiMartedì Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog