Cerca

Iniziative

Convivenza con cani e gatti

Istruzioni per una migliore convivenza

 La Provincia di Roma in collaborazione con la LAV presenta “Cani e gatti: istruzioni di convivenza”, l’opuscolo contenente le Linee Guida per una corretta convivenza con cani e gatti
Convivenza con cani e gatti

 

“Cani e gatti: istruzioni di convivenza”, è questo il titolo dell’opuscolo contenente le Linee Guida per una corretta convivenza con cani e gatti, realizzato dalla Provincia di Roma in collaborazione con la LAV (www.lav.it) e presentato giovedì 8 novembre a Roma a Palazzo Valentini. All’interno dell’opuscolo potranno essere trovati riferimenti normativi, soluzioni e suggerimenti per comportarsi in modo responsabile con i propri animali sul piano etico e sul piano della convivenza civile, sia a casa che in viaggio.

 

Famiglia allargata

“Il 41,7% degli italiani ha almeno un animale domestico in casa secondo gli ultimi dati Eurispes: un dato rilevante – spiega Gianluca Felicetti, presidente LAV – Infatti questo significa che, inevitabilmente, il concetto di famiglia allargata si estende di fatto anche ai quattro-zampe. Conoscere le regole di una corretta convivenza con cani e gatti e i bisogni etologici degli animali con cui viviamo è dunque fondamentale per rispettare i nostri amici  non-umani e integrarli al meglio nella società”.

 

Suggerimenti utili

Cosa fare in caso di smarrimento di un cane? Come comportarsi in condominio per una convivenza pacifica fra animali e vicini? A chi rivolgersi se si assiste ad un maltrattamento? “Le linee guida rispondono a queste e molte altre domande sulla vita quotidiana con i quattrozampe – afferma Ilaria Innocenti, responsabile LAV Settore Cani e gatti – fornendo strumenti concreti per una  pacifica convivena con cani e gatti e suggerimenti utili per la prevenzione di reati come l’abbandono, il traffico di cuccioli, i maltrattamenti o di fenomeni ancora radicati come il randagismo. La guida pratica si rivolge ad un pubblico molto ampio – prosegue Ilaria Innocenti – in primis a tutti coloro che hanno scelto di vivere con un animale d’affezione, ma anche i sindaci dei Comuni, gli uffici comunali dedicati, le Polizie locali, i Servizi Veterinari, le associazioni di volontariato”.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog