Cerca

Intervista a Repubblica

Mario Monti: "Le regole Ue poco credibili, vanno cambiate". Poi l'ammissione: la Germania ci ha fregato

Mario Monti: "Le regole Ue poco credibili, vanno cambiate". Poi l'ammissione: la Germania ci ha fregato

Le regole Ue? "Poco credibili, bisogna cambiare il Trattato". E se lo dice Mario Monti, uno che quelle regole le ha seguite senza batter ciglio anche a fronte di conseguenze catastrofiche, c'è da stare tranquilli. Intervistato da Federico Fubini su La Repubblica, il Professore ed ex premier commenta la gestione della crisi da parte di Bruxelles, che nelle ultime ore ha lanciato un diktat all'Italia e al governo di Matteo Renzi avvertendo che entro marzo serve una correzione sostanziale nella riduzione del deficit, che richiederà quasi 7 miliardi di euro di taglio della spesa o di nuove tasse. "In Europa ci piace pensare che le regole siano nel complesso rispettate - accusa Monti -, ma non credo si possa parlare di rispetto quando ci sono Paesi che anno dopo anno chiedono rinvii nel rispettare gli obiettivi e li ottengono senza difficoltà. Penso, quanto al Patto di stabilità, alla Francia e alla Germania nel 2003 e, negli ultimi anni, alla Spagna, di nuovo alla Francia, al Belgio. O ancora alla Germania oggi per i limiti agli squilibri macroeconomici eccessivi. E a tanti altri casi".




Le ricette del prof
- Per poter uscire da questa situazione "basta migliorare alcune regole, in particolare - prosegue l'ex presidente del Consiglio - considerando gli investimenti pubblici in modo più favorevole, sia pure a certe condizioni. In Europa abbiamo avuto politiche troppo orientate al breve termine. Ma finalmente si sta iniziando a guardare agli investimenti, non solo privati ma anche pubblici, come ponte fra il presente e il futuro. A considerare la capacità degli investimenti, sia pure finanziati in debito, di generare crescita e perciò di fare fronte agli oneri del debito. Come diceva Paolo Baffi, governatore di Bankitalia, è quando lo Stato si indebita per fare spesa corrente, non validi investimenti, che tradisce l'intenzione di risparmio delle famiglie".

La Merkel ci ha fregato - Un plauso dunque al piano del presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker. E una tirata d'orecchi alla Germania, che da decenni porta avanti il suo nein assoluto al debito, senza distinzione tra quello contratto per la spesa corrente (vizioso) e quello per gli investimenti (virtuoso): Non ogni spesa pubblica finanziata con il debito è colpevole - spiega il prof -. In certi casi, come oggi con tassi di interesse molto bassi, può essere colpevole non preparare per le generazioni future infrastrutture materiali e immateriali adeguate". Tutto giusto, ma la domanda è obbligata: perché nel suo anno e mezzo da premier Monti ha fatto poco o nulla per invertire la tendenza e convincere Angela Merkel a cambiare verso alle sue politiche? Sarà mica che la Cancelliera l'ha fregato?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albpedr

    12 Dicembre 2014 - 09:09

    Delle due l'una o è complice o è incapace, nel primo caso va processato per alto tradimento e lasciato marcire in un carcere a vita, facendoli restituire ciò che ha estorto. Se è invece un incapace, si merita di stracciargli la laurea in faccia, revocargli i benefici e la carica di senatore a vita e buttarlo in mezzo a una strada!

    Report

    Rispondi

    • perlapeppa

      06 Gennaio 2015 - 11:11

      Concordo con lei , MA dove troviamo un magistrato che metta in pratica quanto detto ???

      Report

      Rispondi

  • sconosciuto

    11 Dicembre 2014 - 19:07

    ramadam prova a mangiarti qualcosa ti si he annebbiato il cervello...

    Report

    Rispondi

  • zydeco

    10 Dicembre 2014 - 20:08

    Eh no, caro Monti! La Merkel ci ha fregato? No, tu ci hai fregato. Quello del Quirinale ti ha fatto senatore a vita, ti ha dato e ti sta dando tanti soldi per farti fregare dalla Mekel? Mi ricordate il famoso film "Dumb and dumber" (stupido e piu' stupido. Ma tu forse non cosi' stupido dato che strada facendo hai trovato il modo di arricchirti.Povera Italia!

    Report

    Rispondi

  • collezionista

    10 Dicembre 2014 - 19:07

    IDIOTA cento volte!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog