Cerca

Sforbiciata

Inps, Tito Boeri mette nel mirino le pensioni oltre i 2mila euro

Inps, Tito Boeri mette nel mirino le pensioni oltre i 2mila euro

L'Inps dopo dieci mesi di gestione commissariale ha un nuovo presidente: Tito Boeri. Scelto direttamente da Renzi, Boeri ha le idee chiare su come mettere le mani sulle pensioni. Su la Voce.info, il nuovo presidente dell'Inps aveva detto: "Niente scuse, è possibile chiedere un contributo di di equità basato sulla differenza tra pensioni percepite e contributi versati, limitatamente a chi percepisce pensioni di importo elevato. Si incasserebbero più di 4 miliardi di euro riducendo i privilegi concessi in modo poco trasparente". E ora molto probabilmente Boeri passerà dalle parole ai fatti. Gli importi nel mirino sarebbero quelli superiori ai 2 mila euro. Boeri ha già simultao nei suoi calcoli le conseguenze di un probabile taglio.

Quanto si perde - Il numero dei colpiti, come racconta ilGiorno, si aggirerebbe attorno a 1,7 milioni di persone: 850 mila ex dipendenti privati, 770 mila ex pubblici e 100 mila ex autonomi. La sforbiciata dovrebbe essere progressiva: meno 20 per cento sulla quota più garantita dal metodo retributivo per pensioni tra i 2 mila e i 3 mila euro; meno 30 per cento per quelle tra 3 mila e 5 mila, meno del 50 per cento per quelle superiori a 5 mila. Di fatto ogni assegno subirebbe un taglio tra il 3 e il 10 per cento. Insomma Boeri è già pronto a mettere le mani nelle tasche degli italiani. E le conseguenze non saranno leggere. Oltre alla spremuta fiscale, ci tocca pure quella previdenziale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • taramiscio

    28 Aprile 2015 - 08:08

    era ora anche se ho molti dubbi.bravissimo Boeri con la sua proposta piu' che equa,ma il problema e' che essendo un governo di ladri,nessuno osera' appoggiare una cosa giusta.infatti mi spiegate cos'e' quella cosa giusta in Italia.comunque voglio fare i miei piu' sentiti complimenti a TITO per il suo coraggio e vorrei dedicargli un buon lavoro.FORZA TITO.

    Report

    Rispondi

  • rosellimarco

    04 Gennaio 2015 - 21:09

    dopo 43 anni di lavoro prendo 2500 euro di pensione. Quanto dovrei prendere secondo la vostra equita'.zero . Per continuare a mantenervi i seggioloni......

    Report

    Rispondi

  • carmagnola.marco

    03 Gennaio 2015 - 11:11

    A me pare giusto ed equo. C 'é una eccessiva sperequazione fra il versato ed il percepito da chi é andato in pensione con le vecchie regole. Dalla Fornero in poi questi privilegi ce li scorderemo,senza contare che i nostri poveri giovani , partite iva in testa, faranno la fame fra 40 anni e passa . Dai Tito mettici mano please!!

    Report

    Rispondi

  • CARLINOB

    03 Gennaio 2015 - 11:11

    Magari scocca l'ora che taglieremo un po di teste in senso Rivoluzione Francese !!! Non c'è altro modo ormai per sostenere i propri diritti : gebte non eletta ma nominata ormai da anni governa a proprio piacere il Paese con arroganza senza tenere conto del volere del paese reale in regime totalitario puro : so che non mi pubblicherete ma attenzione ormai siamo in milioni che la pensano così !

    Report

    Rispondi

    • monorchio00

      04 Febbraio 2015 - 11:11

      spero pure io che ci sarà l'occasione di scendere in piazza e tagliare la testa a quei pensionati che percepiscono molto più di quanto hanno versato.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog