Cerca

Lotta all'evasione

Bancomat, obbligo di Pos per professionisti e imprese

Se da oggi è possibile pagare l'idraulico con la carta di debito. Che cosa si può fare grazie alla nuova legge

Bancomat, obbligo di Pos per professionisti e imprese

Più bancomat per tutti. Sono stati delineati i contorni della legge che dal primo gennaio 2014 impone a professionisti e imprese di accettare pagamenti con carta bancomat da parte dei privati. Il decreto legge è apparso in Gazzetta Ufficiale ieri, lunedì 27 gennaio: è stato emanato il regolamento attuativo che sancisce dei limiti precisi al nuovo obbligo imposto a milioni di aziende e liberi professionisti.

Quali imprese? - Il cliente d'ora in poi potrà saldare il conto non solo con carta di credito, ma anche con quella di debito, ossia il bancomat. Dunque chi fornisce servizi dovrà dotarsi di un Pos, il terminale con cui effettuare i pagamenti. Il decreto - che renderà effettive il provvedimento a partire dal prossimo 28 marzo - prevede che le norme in questione, fino al prossimo 30 giugno, riguardino solo le imprese e i professionisti che nel 2013 abbiano raggiunto un fatturato superiore ai 200mila euro.

Le soglie - Il decreto stabilisce anche che entro il 27 giugno 2013 venga emesso un secondo decreto che abbassi ulteriormente la soglia dei 200mila euro. L'obiettivo è quello di coinvolgere il maggior numero possibile di soggetti, per limitare il più possibile l'evasione fiscale. Potrebbe essere rivista al ribasso anche la cifra minima a partire dalla quale sarà possibile il pagamento col bancomat. Il nuovo decreto dovrebbe prevedere anche nuovi strumenti elettronici di pagamento, come per esempio gli smartphone.

Questione sicurezza - Secondo Flavio Zanonato, ministro dello Sviluppo Economico, il pacchetto di nuove dorme dovrebbe favorire la lotta al sommerso grazie ai pagamenti più tracciabili. Inoltre le leggi dovrebbero dare impulso al commercio online, in ritardo rispetto a quello di altri Paesi. Inoltre il ministero fa notare come le norme possono favorire la sicurezza: molti soggetti vittime di rapina a causa del possesso in cassa di contante, ora potrebbero essere prede meno appetibili per i criminali (se il pagamento è elettronico c'è poco da derubare).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberoblog

    04 Aprile 2014 - 08:08

    l'obbligo di utilizzare i servizi bancari non serve a limitare l'evasione, serve a : 1) aiutare le banche, che "poverine" non ce la fanno più 2) impedire ai soldi di uscire dal circuito bancario in modo tale da poter essere rub... prelevati forzosamente dallo Stato (stile Amato 1992) fatevi il conto corrente in Austria, costa pure meno.

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    04 Aprile 2014 - 07:07

    un paese che ritira dalla circolazione i contanti è un paese fallito. le banche in italia sono le padrone assolute. non dico altro...

    Report

    Rispondi

  • ireago

    23 Marzo 2014 - 10:10

    Bene l'orgoglio Italiano.

    Report

    Rispondi

  • attualità

    23 Marzo 2014 - 07:07

    Poveri illusi : e' un regalo alle banche. I criminali sapranno come fare per derubare i privati ,cosi come fanno le banche ! Sara' una competizione fra banche e' ladri -Vinceranno tutti e due !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog