Cerca

Il presidente sotto accusa

Usa, l'ex generale della Dia: "Obama insabbiò gli allarmi sull'Isis per fini elettorali"

Al Baghdadi e Barack Obama

I rapporti dei servizi segreti erano chiari già parecchio tempo fa: "L'Isis costituisce un pericolo imminente". L'allarme suonò per ben due anni di seguito, nel 2011 e 2012. Peccato però che la Casa Bianca però lo ignorò clamorosamente. A svelare il retroscena che getta ulteriori ombre sul governo di Barack Obama è il generale Michael Flynn, ex numero uno della Dia (Defense Intelligence Agency), l'agenzia di intelligence del Pentagono. Frasi, che pesano come macigni, conservate in una intervista alla Cnn.

Minaccia ignorata - L'ex ufficiale sostiene che il mancato allarme sarebbe stato colpa della più stretta cerchia di consiglieri del presidente, preoccupati per l'imminente campagna elettorale. E insomma, per non mettere a rischio la rielezione hanno scelto di insabbiare i segnali - ripetuti e concreti - relativi alla minaccia jihadista. "Invece di tenere in considerazione il pericolo, la Casa Bianca fece passare nell'opinione pubblica l’idea che un ritiro delle truppe Usa dall'Iraq non avrebbe creato alcun problema nella regione, rendendola più vulnerabile di fronte alla crescita di gruppi islamici radicali come l'Isis". L’ex capo dell'intelligence del Pentagono, inoltre, si è detto preoccupato per futuri attacchi terroristici simili a quelli di Parigi negli Stati Uniti, mettendo tutti in guardia: "Penso che sia solo una questione di tempo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    04 Dicembre 2015 - 12:12

    Il filo islamista abbronzato è un inetto e inadeguato. Non riesce a valutare i pericoli internazionali e così rende inaffidabili gli USA, creando situazioni di pericolo in tutto il mondo. Clinton, che ha mentito al Senato e al popolo americano ( eper questo doveva essere defenestrato) era più capace! Ed è tutto dire!

    Report

    Rispondi

  • rotic

    04 Dicembre 2015 - 11:11

    Bene bravo e gli hanno dato anche il Nobel un grande s....

    Report

    Rispondi

  • xulxul

    04 Dicembre 2015 - 11:11

    Se per quello Israele ha arrestato una giornalista australiana per aver dimostrato che aiutano i tagliagole curanadone i feriti...

    Report

    Rispondi

  • mab

    04 Dicembre 2015 - 09:09

    Gli stolti americani hanno voluto un presidente nero pensando a chissà quale cambiamento, solo ora si accorgono di aver eletto un brachemolle incapace di prendere posizioni nette ed agire come dovrebbe un capo di stato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog