Cerca

I messaggi

I seguaci dell'Is esultano sul web: "Arriviamo", "Questo è solo l'inizio"

Secondo voi, dopo l'uccisione del cooperante italiano è giusto scendere in campo contro la Siria?

Esultano su Twitter i seguaci del sedicente Stato islamico (Is) per gli attentati di oggi a Bruxelles , definiti da molti come "una piccola parte del conto che pagheranno i crociati". "Ho ricevuto un messaggio da qualcuno dello Stato islamico rivolto ai suoi sostenitori in Belgio. Dice: "Siamo arrivati con i nostri sgozzatori'", ha scritto Jazrawi Biji, il cui account è pieno di messaggi che inneggiano ai 'martiri' e ai jihadisti dell'Is. Il nome Jazravi, molto diffuso in Iraq, sembra tradire le origini dell'autore del tweet.

Le parole tremende - Messaggi dello stesso genere si leggono su altri account Twitter. "Le esplosioni di Bruxelles sono solo una piccola parte del conto che pagheranno gli adoratori della croce. Stiamo arrivando", scrive Mutatarrif, che vuol dire estremista. "Oh crociati, il rapporto tra le nostre forze è chiaro", scrive invece Abu Muawia al-Anbari. Sull'account 'Gli amanti della shahada' (la professione di fede musulmana) si legge ripetutamente l'invocazione "Allahu Akbar". Infine anche il sito di informazione curdo-iracheno Rudaw ha pubblicato un tweet in cui scrive che "l'Is rivendica gli attentati di Bruxelles", senza chiarire i termini della presunta rivendicazione. In un tweet successivo, Rudaw sembra però correggere il tiro: "Pensate che l'Is sia dietro gli attacchi di Bruxelles come alcuni suoi membri scrivono sui social media?", si chiede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog