Cerca

Strategie estere

Fiat assume e aumenta gli stipendi dove Cgil non c'è

In Serbia il Lingotto avvia turni da dieci ore con rialzi dei salari fino al 30%, nuove assunzioni in Brasile. Ma lì non ci sono Camusso & C.

Fiat assume e aumenta gli stipendi dove Cgil non c'è

 

Brasile e Serbia, due Paesi molto diversi e molto lontani su cui la Fiat sta puntando.   Dalle parti del Lingotto, messo da parte il progetto Fabbrica Italia, hanno comunicato, con il crisma dell’ufficialità, la cassa integrazione dal 20 al 31 agosto (una sorta di prolungamento delle ferie), anche per l’unico stabilimento del gruppo che ancora non era stato colpito dall’ammortizzatore sociale più usato dalla aziende nostrane. L’obiettivo? «Ridurre la produzione (della nuova Panda ndr) per evitare inutili e costosi accumuli di vetture», recitava una nota del Lingotto. Ma non basta, perché la stessa cosa è successa pure nel sito torinese di Mirafiori. Inizia già da questa settimana, infatti, la sospensione della produzione di Idea e Musa, e la conseguente cassa integrazione a zero ore di tutti gli operai che ci lavoravano. In compenso però la Fiat brasiliana ha annunciato l’assunzione di 600 nuovi operai nell’area di pressatura, battilastra e pittura, che porteranno la produzione della più grande fabbrica mondiale del gruppo, a Betim (periferia di Belo Horizonte) da tremila a 3.150 vetture al giorno. Motivazioni? Semplice, basta guardare gli ultimi dati sulle vendite auto. In Europa  (-6,30 per cento nel primo semestre dell'anno) e in Italia  (-24,4 per cento a giugno e -19,7 per cento nel primo semestre) non si batte chiodo, mentre il mercato brasiliano ha bisogno di circa 16 mila auto nuove al giorno e nel Paese sudamericano Fiat primeggia da quasi 11 anni con una quota del 22%.o

Caso Serbia   In Serbia la Fiat ha sperimentato un nuovo modello di lavoro. Al posto delle tradizionali otto ore nello stabilimento di Kragujevac subentrano turni da dieci ore di lavoro di cui una di pausa per quattro giorni a settimana. Gli operai serbi si riposeranno il venerdì oltre al sabato e alla domenica e, grazie alle ore in più lavorate di notte, potranno avere aumenti salariali fino al trenta per cento. La novità nel metodo di turnazione permetterà al Lingotto di dedicare quattro ore alla manutenzione dell'impianto, consentendo di migliorare l'utilizzo dei macchinari, la produttività dei dipendenti e dare maggiore flessibilità nell'organizzazione del lavoro. I sindacati hanno accettato il periodo di prova di sei mesi. I 1700 dipendenti serbi di Fiat lavoreranno in due turni unici dalle sei alle sedici e dalle venti alle sei con quattro ore di pausa dedicate alla manutenzione. Il caso serbo dimostra che dove non ci sono i sindacati la Fiat riesce ad assumere ad anche ad alzare gli stipendi

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Luglio 2012 - 23:11

    Che ha governato Berlusconi e te la prendi con la sinistra. Fasullo

    Report

    Rispondi

  • Silviob2

    27 Luglio 2012 - 14:02

    E dopo l'incredibile aumento di stipendio degli operai serbi, ancora una lezione di politica industriale. Sergio critica gli sconti della Volkswagen perché così lui non riesce a vendere. E propone un cartello per concordare le quote di produzione, tenere artificiosamente alti i margini e incassare il suo immeritato lauto stipendio (più stck options)

    Report

    Rispondi

  • allianz

    27 Luglio 2012 - 12:12

    E esatto i maniera parziale quello che lei afferma.Per aprire una LTD a londra è facilissimo.Ocorre avere 6000 euro per le pratiche,dopodichè danno un conto corrente personale,con o senza la residenza,come preferisce.Poi questa Ltd la puo' lasciare,al contrario di una partita IVA italiana congelata o meno quanto vuole..Quando la attiva,la tassazione è al 2%,e non al 20% come dice lei.Per lavorare in Italia non serve,come non serve la partita IVA DUBAI/SVIZZERA/AMERICANA ecc ecc ecc.I corvi della sinistra dalla sera al mattino hanno cancellato questa opzione.Se lavori in Italia non sono piu' accettate,e per FORZA,sei obbligato ad aprire partita IVA.Basta dimostrare,poi,che le tasse le hai pagate e non la viene a cercare nessuno.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    27 Luglio 2012 - 10:10

    L'imprenditoria italiana (ma esiste senza il debito verso banche, che diventano esse imprese?) é antidiluviana. Senza generalizzare (esempi lodevoli ce ne sono, ma pochi), l'imprenditore di oggi, se guadagna mette nel finanziario (e abbiamo visto il risultato), porta all'estero, non fa innovazione e fida solo nei bassi salari e nelle diminuzioni di imposta. L'evasione é la principale attività Ho l'esperienza personale: ditte da 5 mila euro chiedono fidi da 100mila. Alla replica che non rischia nulla, ma rischia chi gli da' i soldi, risponde 'é il vostro mestiere rischiare'.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog