Cerca

Odio a senso unico

Littizzetto imbarazzata in Mondadori si autocensura si Silvio

Alla presentazione del suo libro edito da Berlusconi, Luciana si trattiene: "Oggi meglio lasciar perdere"

Littizzetto imbarazzata in Mondadori si autocensura si Silvio

 

Sarà che è sconveniente criticare Berlusconi quando sei al Mondadori Multicenter a presentare il tuo libro che proprio la casa editrice di Berlusconi ti ha appena pubblicato, ma ieri sera, lunedì 10 dicembre, quasi 24 ore dopo la battuta esternata a Che tempo che fa - "Silvio hai rotto il c..." - Luciana Littizzetto si è autocensurata. Niente battute sul Cavaliere, niente domande dei giornalisti, nessuna risposta, telecamere vietate. Solo un sorriso amaro e una frase. "Meglio lasciar perdere oggi". E ancora: "Non è stata una giornata facile".

Come riporta il sito corriere.it, la Littizzetto era ieri a Milano alla Mondadori di piazza Duomo per promuovere il suo libro "Madame Sbutterflay" e firmare gli autografi ai fan. Ma era giù di tono. "In questo Paese è meglio parlare di chupa dance...", ha esordito, "ne abbiamo avuto la riprova domenica sera". Questo è l'unico riferimento alle polemiche scoppiate in Rai per la sua satira sul ritorno del Cavaliere. Per il resto la Littizzetto ha misurato ogni parola e ironizzato sulle lacrime della Fornero, il cognome di Passera e Borghezio: "Speriamo che gli alieni ce lo tolgano dalle palle".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kobra12

    22 Maggio 2014 - 14:02

    Mondatori quanto guadagna con i libri della piccoletta?

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    13 Dicembre 2012 - 22:10

    La Mondadori è apolitica, pubblica libri di tutti. E' una bella lezione di vita e di imparzialità che molti dovrebbero imparare, cominciando dalla Littizzetto.

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    13 Dicembre 2012 - 18:06

    R' proprio vero, il denaro non puzza. E vero Littizzetto??? i soldi del cavaliere ti piacciono, mi auguro che tu li spenda in farmaci antidiarrea. Almeno quello che ti esce dalla bocca ti uscirebbe dal....

    Report

    Rispondi

  • D.P.F.

    11 Dicembre 2012 - 20:08

    Il comportamento della cialtrona piemontese è la chiara dimostrazione di come sia perdente il confronto fra una parte educata e rispettosa delle regole contro l'altra che lo fa, a parole, ma nei fatti se ne strafotte. Poichè non è pensabile che un secolo d'indottrinamento marxista, offendere l'avversario, ridicolizzarlo, demonizzarlo, addebitargli ogni comportamento negativo che diventa positivo quando fatto dai sinistrati della sinistra, possa essere redento da sordi che non vogliono sentire altro che la propria voce, allora urge combattere ad armi pari. Fossi Berlusconi comincerei a cacciare la cialtrona dalla Mondadori, che vada a farsi pubblicare dalla RCS. Poi organizzerei una bella campagna per escluderla dalla RAI, dal mondo pubblicistico, magari anche dalla società civile. Comportamenti fascisti ? Ebbene si, uguali a quelli utilizzati dalla cialtrona e conniventi. A' la guerre comme à la guerre.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog