Cerca

Paradossi in tribunale

Berlusconi, diritti tv: "Niente legittimo impedimento, il processo va avanti"

Silvio Berlusconi

Berlusconi triste: visto da Benny

 

Nuovo colpo di scena al Tribunale di Milano, teatro dei processi di Silvio Berlusconi. Il giudice Alessandra Galli ha respinto la richiesta dei legali del Cavaliere di   fermare il processo d'appello sui diritti tv fino al dopo elezioni. Una richiesta sollevata perché l'ex premier è impegnato a definire i nomi che faranno parte delle liste del Pdl e perché sarà impegnato nella campagna elettorale. Secondo il giudice della seconda sezione d'Appello le ragioni della difesa sono "talmente generiche che non possono interferire nella campagna elettorale in termini contingenti" ed inoltre lo svolgimento del processo non avrà quei risvolti mediatici negativi supposti dai legali dell'ex premier. La decisione, arrivata dopo tre ore di camera di consiglio, si uniforma a quella presa lunedì dal collegio del processo Ruby. Giovedì, invece, il giudice Oscar Magi ha accolto la richiesta dei legali di Berlusconi e ha stabilito che il processo Bnl Unipol riprenderà solo dopo il voto.

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • babbone

    04 Febbraio 2013 - 17:05

    Questa è l'Italia che ci meritiamo. Zitti tutti e a casa pecoroni.

    Report

    Rispondi

  • seve

    19 Gennaio 2013 - 00:12

    Imparzialità? Legge uguale per tutti? Stato di diritto? Ma chi volete prendere per il C...lo ,ma fatemi il piacere, .........no! penso sia ora di finirla o di farla finire.

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    18 Gennaio 2013 - 21:09

    Uomo di grande onestà intellettuale.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    18 Gennaio 2013 - 21:09

    Guarda che il tuo Silvio...è già MORTO!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog