Cerca

Le riforme

Più privacy nelle intercettazioni e sezione disciplinare del Csm
Ecco il nuovo pacchetto giustizia

Più privacy nelle intercettazioni e sezione disciplinare del Csm
Ecco il nuovo pacchetto giustizia

Più privacy sulle intercettazioni, un nuovo sistema lettorale del Csm per ridurre il peso delle correnti delle toghe; modifica al disciplinare di tutte le magistrature, ragionevole durata del processo penale, un riassetto del codice: sono questi i nuovi capitoli del pacchetto giustizia con le misuore sul processo civile, il falso in bilancio e l'autoriciclaggio) che il Consiglio dei Ministri discuterà il prossimo 30 giugno. Capitoli di cui si conoscono solo i titoli, senza articolato, titoli "forti", spiega il Messaggero, nel senso di potenzialmente "divisivi" perchè arrivano dopo una lunga stagione infiammata da leggi ad personam e da nome come la stretta agli ascolti e la separazione delle carriere di giudici e pm ai tempi in cui Agelino Alfano era ministro della Giustizia. Secondo l'anticipazione di Silvia Barocci il capitolo sulle intercettazione non dovrebbe agire sui presupposti degli ascolti, ma a garanzia della riservatezza delle persone che finiscono ascoltate in indagini non a loro carico. Ecco allora l'idea che nelle ordinanze di custodia cautelare ci sarà il riassunto del contenuto delle intercettazioni evitando la riproduzione dei dialoghi tenuti. Quanto al Csm l'obiettivo è di renderlo più impermeabile alle correnti della magistratura. Si sta ragionando sulla possibilità di votare candidati presenti in diverse liste. Sul disciplinare l'ipotesi è invece quella di una sezione ad hoc del Csm i cui componenti non siano presenti nella tre commissioni. Per il secondo grado dei verdetti disciplinari invece si pensa ad un'alta corte competente non solo sui magistrati ordinari ma anche su quelli contabili e amministrativi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    26 Giugno 2014 - 18:06

    La sezione disciplinare del CSM dovrebbe essere formata da comuni cittadini, altrimenti sarebbe la solita boiata.

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    26 Giugno 2014 - 13:01

    Si si come no. Renzi ci continua a prenderci in giro. La privacy sulle intercettazioni sarà fatta solo per gli indagati PD, il nuovo sistema lettorale del Csm farà sì che solo magistrati del PD siano eletti e la modifica del codice per permettere la non punibilità ai PD. La già malsana giustizia italiana sta per ricevere il colpo di grazia.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    26 Giugno 2014 - 13:01

    L'unica riforma vera del Csm sarebbe quella di escludere da esso TUTTI i magistrati sostituendoli con giuristi di chiara fama, professori universitari che hanno insegnato ai magistrati ma non fanno parte della magistratura!!! Solo così i magistrati potrebbero essere controllati ed eventualmente puniti per non avere fatto il loro dovere di "servitori dello Stato". Tutto il resto è barzelletta!!!

    Report

    Rispondi

blog