Cerca

Incidenti

Spara e ferisce una ciclista: "Credevo di aver sparato a una lepre". Lav ad Alfano: "Stop alla caccia!"

Spara e ferisce una ciclista: "Credevo di aver sparato a una lepre". Lav ad Alfano: "Stop alla caccia!"

Il cacciatore stava seguendo i movimenti di una lepre, ma ha sparato e ferito una ciclista che si stava preparando a partecipare a una gara. È accaduto domenica mattina a Sossano, in Veneto. La vittima è Christiane Koschier, 40enne, che insieme ad altri 140 ciclisti era pronta per il via in una gara a cronometro.

"Mi hanno sparato!" - Domenica mattina ore 8:30, tutto e tutti sono pronti per la partenza di una gara a cronometro, quando Christiane Koshier, ciclista 40enne, è caduta a terra. «Mi hanno sparato, aiuto!», ha gridato la donna ed è subito stata soccorsa dai medici al seguito della corsa che le hanno curato la gamba, il braccio e il fianco sinistro colpiti dai pallini. Poco dopo si è avvicinato anche il cacciatore che ha spiegato che la sua intenzione era quella di colpire una lepre. Le indagini sono passate in mano ai carabinieri, dato che l’uomo ha sparato vicino alla strada e il limite al di sotto del quale non si può scendere è di 150 metri.

La rivolta della Lav - L'associazione animalista Lav, che da anni si batte contro la caccia, ha denunciato l'episodio: "Sono passati circa 20 giorni dall’apertura della caccia e già si contano le vittime. Nel periodo compreso tra il 21 settembre e l’8 ottobre, sono 3 le persone uccise, tutti cacciatori, e 5 quelle ferite, 2 cacciatori, due donne e un ragazzo di 12 anni". Per la Lav è chiaro quindi che la caccia, oltre a "costituire il massacro di milioni di animali, in un territorio fortemente antropizzato com’è il nostro Paese, sia oramai un’attività pericolosissima per chiunque, cacciatori e non". Una situazione gravissima che, secondo la Lav, richiede un intervento urgente allo scopo di tutelare la pubblica incolumità. "Chiediamo l’intervento immediato del Ministro dell’Interno Alfano: è quanto mai inderogabile una sua presa di posizione a tutela della sicurezza pubblica, e quindi l’immediata sospensione dell’attività venatoria in tutto il Paese".

Secondo voi è giusto chiedere la sospensione dell'attività venatoria in tutto il Paese?
Vota il sondaggio di Libero

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • begallo

    15 Ottobre 2014 - 14:02

    avevo scritto un commento, ma non è stato pubblicato chissà perchè......

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    15 Ottobre 2014 - 08:08

    da come viene raccontata è evidente che non si tratta di un errore, ha sparato di proposito, per poi difendersi dietro un errore!!

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    14 Ottobre 2014 - 18:06

    Leggo spesso che i falegnami si taglino segando i legni, si potrebbero proibire le SEGHE per la tranquillità di tutti , lav compresa.

    Report

    Rispondi

blog