Cerca

Stamattina a Genova

Il Secolo XIX attacca: "I nostri giornalisti sono stati malmenati dall'entourage di Grillo"

Il Secolo XIX attacca: "I nostri giornalisti sono stati malmenati dall'entourage di Grillo"

Ancora polemiche sulla visita di Beppe Grillo a Genova. Oltre alle proteste degli angeli del fango, che hanno invitato il leader del Movimento Cinque Stelle a spalare il fango, il Secolo XIX ha denunciato un brutto episodio accaduto durante la contestazione a Beppe Grillo. "La redazione del Secolo XIX manifesta la sua solidarietà ai colleghi – giornalisti, videoreporter e fotografi - che questa mattina, mentre svolgevano il loro lavoro, sono stati aggrediti dagli energumeni di cui si è circondato Beppe Grillo durante la sua visita alla popolazione alluvionata di Genova. Non sappiamo da chi sentisse la necessità di difendersi il leader del Movimento Cinque Stelle, nella sua città, che da quattro giorni sta cercando di risollevarsi dall’ennesima tragedia. Di certo le gomitate rifilate da un buzzurro palestrato a due videoperatori precari, fra cui una donna, e la violenza usata contro altri due colleghi fotografi del Secolo XIX, anche loro precari, sono un pessimo messaggio politico.

"L'eco dello squadrismo" - "Abbiamo l’impressione di assistere a qualcosa di più grave: metodi violenti che hanno l’eco sinistro dello squadrismo, un’avversione a valori democratici come il diritto all’informazione e alla critica, un pericoloso imbarbarimento della vita civile e democratica. Forse Beppe Grillo non è a conoscenza degli stipendi che guadagnano i precari costretti a seguirlo per documentare la sua visita perché quella è la loro professione. Chiede 2.000 euro per un’intervista, soldi che devolverà agli alluvionati. Noi preferiamo consigliare di raccogliere quei soldi per consegnarli direttamente a chi ha perso tutto. E da giorni, con la dignità esemplare di cui gli abitanti di Genova hanno dato prova ancora una volta, spala fango in silenzio". Nei giorni scorsi a Roma, durante il raduno "Italia 5 Stelle", alcuni attivisti del movimento grillino avevano attaccato i cronisti con spintoni e parole grosse, quindi Gianroberto Casaleggio, diretto proprio ai cronisti, si era lasciato andare: "Mi serve che vi togliate dai cogl...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pilota60

    15 Ottobre 2014 - 13:01

    Tanto va il giornalista prezzolato e leccaulo al lardo che ci piglia due schiaffoni. Che imparino a fare seriamente il loro mestiere, poi scopriranno che nessuno gli farà niente

    Report

    Rispondi

  • alvit

    15 Ottobre 2014 - 11:11

    Cosa vi aspettavate da questo clown superpagato e dal povero demente di casa-e- leggo. Si circondano da buzzurri e picchiatori, i paladini dei cettadini e poi continuano a predicare violenza e pestaggi. Le offese che continuano a spargere è come gettare una mer@a in un ventilatore funzionante. Però, basta pensare da chi è composto il movimento, da innominabili.

    Report

    Rispondi

    • Janses68

      15 Ottobre 2014 - 12:12

      Sono daccordo con alvit , si scrive movimento ma si legge reggimento. Hai un'idea diversa un pochino ? Sei fuori. Contesti il tuo leader ? Sei fuori.

      Report

      Rispondi

      • pilota60

        15 Ottobre 2014 - 13:01

        Ah si? parlami di Corradino Mineo, per esempio, o di Fitto.

        Report

        Rispondi

blog