Cerca

Gli affari sugli immigrati

Mafia Capitale, Odevaine tira in ballo la Finocchiaro: "Buzzi ci è andato a parlare per la struttura di Mineo"

Mafia Capitale, Odevaine tira in ballo la Finocchiaro: "Buzzi ci è andato a parlare per la struttura di Mineo"

Spunta anche il nome di Anna Finocchiaro nelle intercettazioni allegate agli atti dell'inchiesta su Mafia Capitale. A farlo è Luca Odevaine, membro della commissione del Viminale che si occupava di quegli immigrati che hanno fatto arricchire la banda Carminati-Buzzi. Odevaine che nell'organizzazione aveva il compito di accaparrarsi gli appalti si dava da fare per organizzare incontri di alto livello con i parlamentari. Una di loro, riferisce Fiorenza Sarzanini sul Corriere, sarebbe proprio la presidente della commissione Affari Costituzionali al Senato che viene tirata in ballo per la struttura di accoglienza dei migranti a Mineo. Dopo aver ottenuto la gestione del campo nomadi di Castel Romano, Buzzi e i suoi sodali pensavano infatti di allargare la propria influenza in Sicilia.

L'intercettazione - Consapevoli dei propri limiti cercavano sponsor e così il 16 giugno scorso Odevaine parlando con Carmelo Parabita gli riferisce di aver risposto ad un "avviso pubblico di selezione" per essere assunto dal Consorzio Calatino in modo da acquisire i titoli necessari a poter fare il membro della commissione incaricata della valutazione delle offerte per quella gara. Entrando nel merito dell'assegnazione Parabita dice: "Non ci saranno altre offerte cioè, con chi stanno parlando, si sono tenuti tutti alla larga da Mineo perché è troppo complessa, cioè non è venuto nessuno venerdì". Odevaine incalza: «A me m'ha detto Salvatore Buzzi che è andato a parlare dalla Finocchiaro". Poi aggiunge: "E la Finocchiaro gli ha detto 'lascia perdere quella gara è già assegnata'". Per questo la ricerca di interlocutori continuò e Odevaine si concentrò sulla procedura del Viminale che potreva consentirgli di manovrare le assegnazioni anche tentando di orientare le scelte dei prefetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giancarloetrusco

    27 Dicembre 2014 - 13:01

    E' IMPOSSIBILE CHE LA SIGNORA NON ENTRI NELLA MAFIA NON ESISTE COMUNISTA CHE SIA PULITO SONO TUTTI DEI SCHIFOSI MAFIOSI

    Report

    Rispondi

  • nicte

    16 Dicembre 2014 - 12:12

    Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Il più sano c'hà la rogna.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    12 Dicembre 2014 - 21:09

    AZZZ e quanto le ha dato?

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    11 Dicembre 2014 - 08:08

    Quando ci renderemo conto che non è più un discorso di destra o sinistra a solamente di potere? Ci sono certe figure "politiche" che sono dentro da anni e comandano in lungo e in largo. A quando il limite di due legislature? Parlano di professionalità? Qui si tratta di truffare lo stato e gli italiani

    Report

    Rispondi

    • ChiaraSinopoli

      12 Dicembre 2014 - 17:05

      Non c'è dubbio,non ci deve essere:sono moltissimi i disonesti,di qualsiasi casacca politica.Ormai è.la libidine sfrenata della ricchezzza e del potere!!!!!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog